Mantini(Udc) al Csm: critiche a Trifuoggi e all’arresto di Del Turco

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4502

ABRUZZO. Una lettera accorata scritta al presidente Giorgio Napolitano nella sua veste di presidente del Consiglio superiore della magistratura.

ABRUZZO. Una lettera accorata scritta al presidente Giorgio Napolitano nella sua veste di presidente del Consiglio superiore della magistratura.
Il mittente è Pierluigi Mantini, deputato eletto nel Pd (ma oggi gruppo parlamentare Udc) che esprime «qualche interrogativo frutto di un sincero disagio interiore, come cittadino nato in Abruzzo prima ancora che come giurista e parlamentare».
Dopo un anno e mezzo dall'arresto di Del Turco «non è saltata fuori l'annunciata “valanga di prove”», tuona il deputato che fu il primo ad andare a trovare l'ex presidente in carcere quando era ancora in regime di isolamento a Sulmona. Ne seguirono tante altre di visite, ma anche di polemiche…
Mantini non ha mai nascosto il suo scetticismo su questa inchiesta che ha coinvolto Del Turco e decapitato il governo regionale di centrosinistra.
Ma la lettera inviata al Csm adesso sembra qualcosa di ben più forte di un semplice dubbio e il bersaglio principale sembra essere il procuratore capo Nicola Trifuoggi.
Quando l'ex governatore venne arrestato, «fu annunciata dal procuratore, nel corso di una conferenza stampa, l'esistenza di una “valanga di prove”. Mi chiesi già allora se ciò non contrastasse con la misura assai grave della custodia cautelare».
«Quell'arresto», continua Mantini, «adesso non appare sorretto da nuove prove, è stato una sentenza definitiva di condanna per l'intero governo di una Regione».
E il lavoro svolto dalla Procura di Pescara oggi viene visto anche in relazione alla possibile promozione di Trifuoggi: «mi meraviglia che il procuratore abbia oggi avanzato, a quanto è dato sapere, una domanda di promozione per il ruolo di procuratore generale di Roma».
Mantini assimila addirittura questa vicenda con «altri fastidiosi ricordi»: «quello del procuratore che chiese il trasferimento dopo l'arresto del sindaco di Roccaraso Valentini, morto suicida dopo pochi giorni. O quello del magistrato che dispose, essendo pacificamente incompetente per territorio e a nove giorni dalla pensione, i provvedimenti restrittivi nei confronti della famiglia e dello stesso ministro della giustizia Mastella».
Ma gli strali contro Trifuoggi non si fermano qui e Mantini chiede al presidente se «i magistrati non debbano essere responsabili delle proprie azioni e delle conseguenze di esse, specie se emergano errori o gravi imprudenze? Il procuratore non dovrebbe almeno attendere l'esito del processo Del Turco prima di ambire ad una sede di tale prestigio? Come può rinunciare a sostenere l'accusa nel processo?»
«Se il Consiglio Superiore della Magistrature non si farà garante autorevole di risposte serie a questi angoscianti interrogativi», continua la lettera, «i rischi di conflittualità o di perdita di credibilità aumenteranno a dismisura, lacerando il Paese e le istituzioni repubblicane».
Le valutazioni del quadro probatorio competono, ovviamente, alla sede giurisdizionale e su questo punto Mantini concorda ma «non possono esserci interferenze esterne a riguardo».
Il deputato chiude con un interrogativo «intriso di amarezza»: «era proprio necessario quel clamoroso arresto, che ha comportato la destituzione di un organo di rilievo costituzionale democraticamente eletto, o era sufficiente un ordinario avviso di garanzia? È stata esercitata, nel caso specifico, tutta la prudenza necessaria per far convivere i valori innanzi richiamati?»
«Quell'arresto», insiste Mantini, «che oggi non appare sorretto da nuove prove, è stato una sentenza definitiva di condanna per l'intero governo di una Regione».
Non sappiamo se Mantini abbia letto la oltre 350 pagine dell'ordinanza di misura cautelare o le oltre 150 pagine di chiusura delle indagini: lì di sicuro ci sono moltissimi spunti e nel dettaglio tutti i capi di imputazione con le prove a carico che possono aiutare a crearsi una opinione.

10/11/2009 12.36