Riserva Borsacchio, Rc e Pdci chiedono tavolo con istituzioni

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1249

ROSETO. Mercoledì scorso a Cologna Paese si è tenuto un incontro promosso dal Pd rosetano per illustrare i piani di riperimetrazione della Riserva Naturale Borsacchio.


Dalla riunione non sono emerse le intenzioni degli amministratori locali sul futuro della riserva.
«Chiediamo urgentemente un tavolo di confronto», chiede Marco Borgatti, portavoce Prc\PdCI Roseto, «fra l'amministrazione, partiti della sinistra , associazioni ambientaliste e il comitato Borsacchio per risolvere immediatamente tutti i problemi che sono nati nel corso degli anni. I problemi di alcuni residenti sono evidenti e devono essere immediatamente risolti».
Borgatti ha spiegato che il suo gruppo «è disposto a dialogare e trovare soluzioni ottimali per riperimetrare la riserva per evitare penalizzazioni agli attuali residenti e al tempo stesso lanciare definitivamente un progetto che tuteli al meglio il nostro territorio e che sviluppi una economia di turismo verde che riporti lavoro e attività all'interno di un territorio che oggi è gravemente colpito dalla crisi».
Da qui la richiesta di un incontro immediato fra le parti in causa. «Il futuro di Roseto dipende dalle scelte che verranno fatte in questi giorni», continua Borgatti. «Simili decisioni non possono e non devono essere lasciate nell'attuale oblio».
Il responsabile ha avanzato l'ipotesi di stralciare alcune aeree, compresa Cologna Spiaggia, o acconsentire alla ristrutturazioni di edifici esistenti «ma non siamo disposti a tollerare nessuna ipotesi speculativa. Dall'assemblea convocata dal Pd lo scorso mercoledì diverse persone hanno dichiarato di aver ricevuto offerte per acquistare terreni agricoli da parte di costruttori. La nostra terra è un bene prezioso , è il nostro futuro e siamo pronti a lottare per difenderlo in ogni modo».


06/11/2009 13.21