Tommaso Cieri eletto presidente del Consiglio di Ortona

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1846

ORTONA. Nella seduta di martedì sera, l’assise ha eletto a maggioranza l’ex capogruppo del Pdl Tommaso Cieri, il quale subentra al dimissionario Remo Di Martino, assessore alla Provincia di Chieti.


Si tratta della seconda carica istituzionale della città di Ortona, dopo quella del sindaco ovviamente, eletta con il consenso di tutta la maggioranza.
«E' un onore per me», ha dichiarato Cieri al momento del suo insediamento, «salire sullo scranno più alto di questa assise e presiedere i lavori di questo Consiglio. E' un ruolo istituzionale», ha proseguito il neo presidente del Consiglio, «che deve essere di garanzia per tutte le forze politiche qui rappresentate ed intendo assolvere questo mio impegno».
L'opposizione aveva avanzato le candidature di Giuseppina De Lutiis, per il gruppo misto, e di Vincenzo D'Ottavio, per il Pd.
«Ancora una volta la maggioranza di centrodestra», ha dichiarato il vicesindaco Lucio Cieri, «ha mostrato grande senso di responsabilità, esprimendo un consenso unanime sul candidato alla presidenza indicato dal Pdl. In particolar modo», ha precisato il vicesindaco, «mi riferisco all'Udc ed a La Destra. Al contrario, le forze di opposizione hanno manifestato ancora una volta tutte le difficoltà che vivono al loro interno a causa di spaccature che risultano ormai insanabili».
Contestualmente, nel corso dei lavori consiliari, è stato eletto anche il nuovo capogruppo del Pdl, individuato nella persona di Remo Di Martino.
«Era auspicabile ed opportuno e ci siamo riusciti. Ritrovare la compattezza al nostro interno», ha dichiarato Di Martino, «è stato molto importante. I chiarimenti richiesti ci sono stati. Da lì il passo è stato breve e non poteva che andare nella direzione della condivisione e della compattezza del nutrito gruppo consiliare, capace di esprimere buone professionalità che sapranno far bene nell'interesse della crescita e dello sviluppo di Ortona».
A conferma di ciò il sindaco, Nicola Fratino, ha comunicato all'assise che la Regione Abruzzo ha presentato al partenariato economico-sociale il programma attuativo dei fondi FAS, che prevede lo stanziamento di 854 milioni complessivi in favore della regione. Di questi, 10 milioni di euro sono destinati all'opera di dragaggio del porto di Ortona ed 86,5 milioni di euro al completamento delle infrastrutture previste dal Piano Regolatore Portuale.
Il primo cittadino ha poi comunicato che, a breve, precisamente il 27 novembre ed il 03 dicembre prossimi, avranno luogo i primi incontri di ascolto delle categorie interessate al Piano Regolatore Portuale.
Si avvia, così, l'iter per l'approvazione dell'importante strumento di sviluppo del bacino portuale regionale della città, redatto direttamente dal Ministero delle Infrastrutture, Provveditorato alle Opere Pubbliche.
I lavori del Consiglio sono proseguiti con l'esame e l'approvazione di alcuni punti inseriti all'o.d.g. della seduta, tra cui: la riapertura dei termini per la definizione straordinaria dell'imposta comunale sugli immobili (ICI) dovuta per le aree fabbricabili; un assestamento del bilancio di previsione per l'esercizio 2009; le linee di indirizzo per la concessione del centro sportivo di Fontegrande.
Infine, prima della sospensione, il Consiglio ha approvato la delibera proposta dal Pd ed emendata dal Pdl relativa alla strada comunale Ripari di Giobbe che impegna sindaco e Giunta ad attivarsi per rendere fruibile l'accesso al mare perpendicolare alla costa e per ripristinare la strada.


05/11/2009 9.24