Idraulico muore schiacciato sotto il suo furgone a Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2872

MONTESILVANO. Un idraulico di 42 anni di Montesilvano, Domenico Infante, è morto ieri sera schiacciato sotto il suo furgone.

L'incidente è avvenuto ieri sera in via Vestina, presumibilmente intorno alle 21.30.
Il corpo senza vita di Infante è stato ritrovato sotto la parte posteriore del mezzo dai familiari della vittima.
Secondo i rilievi dei carabinieri della compagnia di Montesilvano, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, l'uomo sarebbe stato investito dal mezzo mentre stava sistemando degli attrezzi nel vano posteriore.
L'uomo era da poco rientrato a casa e aveva parcheggiato il suo furgone sulla parte alta di una rampa, nel cortile condominiale.
All'improvviso il furgone si sarebbe sfrenato, l'uomo avrebbe tentato di risalire a bordo del veicolo ma è stato investito in pieno.
Il mezzo ha proseguito poi la sua corsa ed è andato a sbattere contro un muro.
A dare l'allarme è stata la famiglia dell'uomo: preoccupati perché l'idraulico non faceva ritorno a casa hanno notato dalla finestra che il furgone era parcheggiato male.
Scesi in cortile hanno fatto la tragica scoperta.
Sul posto, intorno alla mezzanotte, sono intervenuti i vigili del fuoco, per recuperare il cadavere, e i sanitari del 118, ma per lui non c'e' stato nulla da fare.
Secondo l'ispezione cadaverica dal medico legale, e le strisciate del furgone lasciate sull'asfalto, la dinamica ricostruita dai carabinieri corrisponde in pieno.
Il caso è chiuso.

a.l. 04/11/2009 10.22