Ernesto Grippo nuovo comandante Polizia Municipale di Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2840

VASTO. Presentazione ufficiale, ieri mattina, a Palazzo di Città, del nuovo Comandante della Polizia Municipale, Ernesto Grippo e del nuovo dirigente del settore urbanistica, l’architetto Alessandro Cipressi.



E' stato il sindaco Luciano Lapenna, affiancato dal vice sindaco Vincenzo Sputore, a fare gli onori di casa.
«Stiamo parlando di due settori molto importanti della vita dell'amministrazione del nostro Comune – ha detto il sindaco Luciano Lapenna – e sia il comandante Grippo che l'architetto Cipressi hanno le qualità per rilanciarli nel migliore dei modi».
Nel settore della Polizia Municipale l'amministrazione ha aumentato gli organici e rinnovato completamente il parco macchine.
«Con l'arrivo del nuovo Comandante completiamo il rinnovamento», ha garantito il primo cittadino.
L'urbanistica? «Si tratta di uno dei settori più delicati anche perché, in passato, la gestione è stata sicuramente discutibile. Cipressi è un grande lavoratore, vedrete che farà bene. Come ha fatto bene in Provincia dove ha lavorato sul progetto relativo al recupero delle aree di risulta dell'ex tracciato ferroviario».
Incalzato dalle domande dei cronisti, il Comandante Grippo, 46 anni e con alle spalle l'esperienza al comando di Polizia Municipale del Comune di Pescara, ha detto «che tra i compiti principali della Polizia Municipale c'è quello di garantire la qualità urbana della città, operando con trasparenza e fermezza. Questo – ha aggiunto Grippo – sarà il nostro principio. Saremo presenti in strada, con grande indipendenza dalla politica, con il chiaro intento di garantire la cultura del rispetto e delle regole. Tutto questo avrà un senso se ci sarà una condivisione da parte della cittadinanza. In caso contrario sarà tutto più difficile».
L'architetto Alessandro Cipressi, 36 anni, non ha nascosto il proprio entusiasmo.
«Qui a Vasto – ha sottolineato – ci sono le condizioni per lavorare bene e tanto. E' una sfida perché la città è affaticata e non ce la fa più a sostenere la notevole pressione edilizia. Nostro compito sarà, da qui in avanti, quello di programmare senza subire pressioni con grande attenzione per il paesaggio. La costa teatina? Vasto avrà un ruolo importante, su questo non ci sono dubbi. Si tratta solo di aprire una nuova stagione perché ci sono ottimi presupposti per rilanciare il patrimonio di risorse che c'è. Purtroppo, in passato, parte del territorio è stato offeso e saccheggiato. Il centro storico? Tutto il piano è depositato nei nostri uffici ed è a disposizione dei cittadini. E rappresenta il cuore della città».
Scendendo nello specifico degli uffici tecnici, l'architetto Cipressi ha aggiunto: «vanno riorganizzati e potenziati. Il Sindaco ha già annunciato che arriveranno altre due unità lavorative. Per l'immediato è mia intenzione quella di aprire, a livello logistico, uno sportello unico con due poli, uno tecnico e l'altro amministrativo, con il chiaro intento di dare risposte celeri ai cittadini».

03/11/2009 8.29