Micron: «60 milioni di dollari da investire ad Avezzano»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2593

AVEZZANO. Buone notizie per la Micron di Avezzano. A comunicarle ai dipendenti e' stato Sergio Galbiati, Direttore Generale della Micron Italia, di ritorno dagli Stati Uniti dove ha svolto un meeting con tutti i dirigenti della compagnia.


Tre sono state le decisioni di rilievo per il sito di Avezzano.
In primo luogo sono stati approvati gli investimenti necessari per lo sviluppo di nuove tecnologie e nuovi prodotti.
«Si tratta di un investimento stimato di 60 Milioni di dollari» ha dichiarato Sergio Galbiati «che ci consentira' di competere in maniera molto efficace in questo settore almeno per i prossimi 4 anni».
Sono capitali pronti a essere utilizzati non appena il Ministero dello Sviluppo Economico dara' il via libera alla richiesta di finanziamenti sul progetto di R&D recentemente presentato dalla Micron e che costituisce il primo passo per dare attuazione all'Accordo di Programma Quadro siglato tra lo stesso Ministero e la Regione Abruzzo. In secondo luogo, e' stato sempre piu' ribadito lo stretto rapporto tra Micron e Aptina (cliente esclusivo che si occupa della progettazione e commercializzazione dei dispositivi sviluppati e prodotti ad Avezzano), con l'obiettivo di essere i leaders nel settore in forte espansione dei Sensori di Immagine.
Lo stabilimento di Avezzano, quindi, potra' accreditarsi –secondo Galbiati- per giocare un ruolo da protagonista in una competizione globale dove la concorrenza e' spietata; Una mossa strategica per continuare ad essere leader del settore.
E' stato ribadita, inoltre, l'importanza di concludere il lavoro di preparazione attualmente in corso per l'espansione del sito produttivo di Avezzano giungendo alla reale determinazione del Ministero di sostenere l'opera attraverso l'uso dei finanziamenti comunitari previsti in materia.
«E' un segno inequivocabile» continua Galbiati «che Micron e' riuscita ad utilizzare lo scorso periodo di grande incertezza e difficolta', per rafforzare la propria capacita' di presentarsi come protagonista nei propri settori di interesse, con un occhio verso nuovi, potenziali business. Ricordiamo che solo nel 2009 infatti, sono stati chiusi 40 stabilimenti nel mondo. Il sito di Avezzano, pur attuando azioni tattiche per preservare il cash (come la cassa integrazione o la richiesta di ferie obbligatorie) ha davanti a se' l'opportunita' di perseguire una solida strategia di sviluppo, per la quale il supporto istituzionale sara' fondamentale».
«Queste notizie» dichiara Claudio Mari, Responsabile Comunicazione di Micron Italia «in particolare quella dell'investimento ad Avezzano di 60 Milioni di dollari trasmettono positivita'. La volonta' della Compagnia e' quella di investire su Avezzano per continuare ad essere i leader indiscussi nel mercato dei sensori di immagine. A fare la differenza ora non puo' che essere il valore e l'entusiasmo delle nostre persone in azienda. Persone che, giorno dopo giorno, con impegno e passione potranno sempre piu' rendere Micron un'azienda unica al mondo».


31/10/2009 9.42