Rubano tre auto e spaccano vetrina di un bar. Arrestati

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1678

PESCARA. I carabinieri di Pianella, comandati dal luogotenente Francesco Decembrotto, hanno tratto in arresto la notte tra lunedì e martedì, in flagranza di reato di furto e tentato furto aggravato tre persone.

Si tratta di Davide Ippoliti, 37 anni, residente a Pescara, nullafacente, pluripregiudicato, tossicodipendente; Cosimo Di Renzo, 38 anni, residente a Molfetta, senza fissa dimora, nullafacente, pluripregiudicato e Cesare Comini, 26 anni, residente a Teramo, nullafacente, pluripregiudicato.
I tre hanno prima rubato una Fiat uno a Montesilvano, poi abbandonata a Cappelle sul Tavo.
A quel punto hanno rubato un'altra Fiat uno e hanno raggiunto località Tarallo, a Loreto Aprutino.
I tre, utilizzando l'auto rubata come ariete, hanno spaccato le vetrine dell'esercizio commerciale “Bar Tarallo”, si sono introdotti all'interno ed hanno portato via il registratore di cassa. Successivamente i malfattori si sono allontanati in direzione Pianella, dove hanno tentato di rubare una terza autovettura, questa volta una Fiat 500.
Il furto è stato però sventato dalla proprietaria dell'auto che ha subito avvertito i carabinieri.
I malfattori sono stati intercettati, mentre tentavano di fuggire, da una pattuglia dei militari di Pianella.
Dopo un breve inseguimento la Fiat uno è uscita di strada e i tre sono stati arrestati e medicati presso l'ospedale civile di Pescara.
Gli arresti sono stati convalidati ieri mattina, nel corso del giudizio direttissimo, al
termine del quale i Giudice ha disposto il trasferimento in carcere dei tre.
«L'odierna operazione», ha commentato il Maggiore Pasquale del Gaudio, «conferma, ancora una volta, l'importanza della collaborazione tra l'Arma impegnata nella prevenzione dei reati ed i cittadini che richiedono sicurezza».
28/10/2009 10.50