Ancora lavori all’acquedotto: niente acqua a Chieti dalle 8 alle 12

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2689

CHIETI. Sospensione dell'erogazione di acqua potabile, domattina dalle 8 alle 12, che transita nella condotta “premente”, ovvero dell'adduttrice che spinge l'acqua nei serbatoi della città di Chieti.

«L'interruzione è causata - ha spiegato la Direzione tecnica dell'Azienda Consortile Acquedottistica - dalla rottura di una guarnizione, che deve essere sostituita, della condotta all'altezza di un giunto tra una tubazione e l'altra. L'operazione si è resa necessaria a causa della vetustà del pezzo che non garantisce più il perfetto funzionamento della valvola».
Dunque, sarà bloccata l'alimentazione dei serbatoi di acqua potabile di Chieti alta anche se gli utenti non dovrebbero subire nessun disagio dall'operazione di sospensione visto che l'Aca ha fatto in modo di lasciare i serbatoi della Civitella pieni.
«L'intervento richiederà poche ore di tempo - ha proseguito la Direzione tecnica dell'Aca - e nell'arco della mattinata contiamo di togliere la vecchia guarnizione, montare quella nuova e far riprendere il trasporto di acqua dalla condotta “premente” che è quella che alimenta i serbatoi cittadini».
Gli operai, coadiuvati dai tecnici, già nella giornata di oggi hanno effettuato un sopralluogo in loco, sopralluogo che si è reso necessario sia per valutare l'entità dei lavori da svolgere che per pianificare le conseguenti operazioni necessarie alla riparazione in modo da ridurre al minimo i disagi per gli utenti, fermo restando che le modalità di erogazione dell'acqua saranno decise dal Comune di Chieti che è ente gestore e che l'Aca si occupa solo della riparazione della rete idrica di adduzione.
«La sostituzione della guarnizione garantirà di nuovo l'efficienza del giunto - ha concluso la Direzione tecnica dell'Aca - e la condotta “premente” continuerà a rifornire i serbatoi della città di Chieti garantendo l'utilizzo di acqua potabile a tutti i cittadini».

26/10/2009 16.02