Maria Floriana Cursi è il nuovo preside della facoltà di Giurisprudenza

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1497

TERAMO. Maria Floriana Cursi, docente di Istituzioni di diritto romano, è stata eletta, questo pomeriggio, preside della Facoltà di Giurisprudenza.


Succede a Rita Tranquilli Leali, che ha guidato la Facoltà dal 2005 e che dal primo novembre ricoprirà la carica di Rettore dell'Università degli Studi di Teramo.
Maria Floriana Cursi, con 29 preferenze, ha ottenuto la maggioranza assoluta al primo scrutinio. L'altro candidato, Francesco Rimoli, ha ottenuto 19 preferenze.
Per l'elezione del preside era presente l'intero corpo docente, composto da 37 docenti tra professori di prima e seconda fascia e 11 ricercatori, in rappresentanza di tutti i ricercatori della Facoltà.
Sposata e con un figlio, Maria Floriana Cursi proviene dall'Università degli Studi “La Sapienza” di Roma ed è dal 2000 all'Ateneo di Teramo, dove dall'anno accademico 2007/2008 è anche pro rettore alla didattica.
Responsabile di alcuni progetti scientifici del Consiglio Nazionale delle Ricerche e del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha svolto periodi di ricerca in Austria e Germania dedicandosi allo studio dei rapporti internazionali tra Roma e i popoli stranieri dal punto di vista della condizione del prigioniero di guerra; dei rapporti di vicinanza e viabilità, con particolare attenzione alla tematica dell'origine e della tipicità delle servitù prediali, sia in diritto romano che in diritto moderno.
Ha inoltre sviluppato studi sugli elementi accidentali del negozio giuridico e le loro premesse teoriche nelle sistematiche dei giuristi romani e sulla responsabilità extracontrattuale, con particolare riferimento al rapporto tra antigiuridicità e colpevolezza e all'area del danno risarcibile, nella prospettiva storico-comparatistica.
È autrice di numerose monografie e di articoli pubblicati sulle più importanti riviste specializzate.

22/10/2009 10.29