Via libera a 1,3 milioni per i bisogni la formazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

880

CHIETI. La Giunta provinciale ha dato il via libera all'utilizzo di circa 1,3 milioni di euro provenienti dal Fondo Sociale Europeo – Por 2007-2008.

I soldi serviranno per far partire linee di azione per rispondere alle situazioni di crisi aziendale e di settore nonché per i lavoratori con situazione di svantaggio sociale ed economico.
Le azioni previste sono dirette a diversi obiettivi di intervento.
Per i giovani dai 18 ai 29 anni sono stati individuati 744 mila euro per percorsi integrati di formazione ed orientamento e per tirocini formativi di orientamento mirati.
Per i soggetti svantaggiati sono stati stanziati 96 mila euro che potranno essere spesi in voucher di servizio al fine di conciliare le attività lavorative con quelle di assistenza familiare in casi di bisogno.
Altri 49 mila euro sono stati destinati all'attivazione di tirocini post-diploma per giovani appartenenti a famiglie povere (con l'Isee inferiore a 15 mila euro); 90 mila euro invece sono indirizzati a voucher per giovani capaci e meritevoli iscritti all'università; 120 mila euro serviranno invece per azioni contro la dispersione scolastica.
Infine, 330 mila euro sono stati liberati per la formazione continua dei lavoratori, articolata in piani formativi per settori produttivi.
«Con questo primo stanziamento – ha commentato l'assessore al Lavoro, Daniele D'Amario – abbiamo voluto privilegiare le categorie che più stanno risentendo della situazione di crisi generalizzata ed in particolare i giovani, per favorire i loro percorsi di studio e di formazione: è il segno della volontà della giunta di puntare dritto ai problemi e di stare vicino alle situazioni più sensibili. I bandi saranno pronti entro la prossima settimana, così da poter erogare rapidamente le risorse e poter di seguito affrontare le altre priorità».

RADICA: «GA' PROGRAMMATI DAL NOVEMBRE DEL 2008»

«Accogliamo con favore la notizia che la Giunta provinciale di Chieti ha dato il via libera all'utilizzo di circa 1,3 milioni di euro provenienti dal Fondo Sociale Europeo – Por 2007-2008», ha commentato il consigliere Pd alla Provincia Angelo Radica.
«Vogliamo però precisare che le stesse sono state programmate già dal novembre 2008 quando le quattro province abruzzesi hanno sottoscritto un accordo con la Regione Abruzzo per la realizzazione di interventi formativi e di politiche del lavoro per un importo di € 25.870.092,00.
Successivamente l'accordo è stato modificato per adeguarlo alle azioni anticrisi promosse d'accordo con il governo nazionale».
«Queste risorse», chiude Radica, «se ben utilizzate possono rappresentare un utile strumento per favorire l'inserimento lavorativo dei giovani e per attenuare gli effetti della crisi».

16/10/2009 11.07