Polizia municipale: a fine mese 77 agenti nei tre distaccamenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1235

PESCARA. Saranno 77 gli agenti della Polizia municipale di Pescara che da fine mese torneranno nei tre distaccamenti che l’amministrazione comunale sta riattivando nei tre quartieri della città.


In ciascuna sede verranno dislocati vigili e ufficiali, ripartiti sulla base della consistenza demografica del territorio, mentre presso il Comando di via del Circuito resteranno tutte le sezioni specialistiche, come Commercio, Urbanistica, Edilizia e Polizia giudiziaria.
Lo hanno ufficializzato ieri mattina il presidente della Commissione Affari Generali Marco Mambella e l'assessore alla Polizia municipale Gianni Teodoro che, con il comandante Chincoli, hanno fornito, durante la seduta odierna, alcuni step circa il processo di riapertura dei mini-comandi distaccati sul territorio.
«Ormai la procedura è in dirittura d'arrivo – hanno detto il presidente Mambella e l'assessore Teodoro -, mancano appena poche settimane e Pescara tornerà a disporre dei vigili di quartiere. Stiamo definendo gli ultimi dettagli per la predisposizione dei locali, ossia l'ex sede del quartiere 8 in via Carlo Alberto Dalla Chiesa, per Castellamare, l'attuale sede del quartiere Colli, in via Di Sotto, e la vecchia sede del quartiere 1 in via Rubicone, per Porta Nuova. Le stanze avranno bisogno di pochi interventi per consentire l'ingresso degli agenti, come una rinfrescata alle pareti, per poi essere attrezzate con gli strumenti necessari».
Già definiti gli organici che verranno assegnati ai quartieri: complessivamente sui 160 vigili urbani in servizio saranno infatti 77 le unità, tra agenti e ufficiali, che lasceranno il Comando di via del Circuito per operare nei tre distaccamenti.
Quei 77 vigili individuati verranno ripartiti tra le sedi di Circoscrizione tenendo conto del numero di abitanti di ogni quartiere, assegnando dunque un maggior numero di uomini a Porta Nuova, l'area più popolosa dopo l'accorpamento di San Donato, Villa del Fuoco e Borgo marino sud.
Presso il Comando centrale resteranno i servizi speciali, dunque il nucleo Commercio, il nucleo di Polizia giudiziaria, il nucleo Urbanistica, Edilizia e Politica della Casa.
Nel frattempo è emersa chiaramente anche la volontà dell'amministrazione comunale di tornare a rafforzare gli organici della Polizia municipale aprendo la procedura per un nuovo concorso, «in modo da dotare Pescara di un numero di unità operative adeguato a una città dal respiro metropolitano come la nostra».

15/10/2009 10.04