«Tra 10 giorni apre il cantiere per nuovo asse via Caravaggio-via Ferrari»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2456

PESCARA. Sarà aperto tra circa dieci giorni il cantiere per la realizzazione del nuovo asse viario pedecollinare nord via Caravaggio-via Ferrari.
Stamane è stata firmata la convenzione tra il dirigente comunale dell'area tecnica Antonio Biase e la dirigente regionale Carla Mannetti.

Tale atto ha dato il via libera all'erogazione del finanziamento.
Lo scorso 27 settembre la giunta regionale aveva approvato la convenzione per un'opera che viene ritenuta «assolutamente strategica per la mobilità pescarese».
«Ogni giorno da nord». Ha spiegato oggi il sindaco Luigi Albore Mascia, «entrano in città circa 110-120mila auto che inevitabilmente congestionano il centro urbano. Il nuovo asse via Caravaggio-via Ferrari, con la futura filovia, sarà sicuramente utile per dare agli automobilisti un'alternativa rispetto alla via Nazionale Adriatica nord e alla riviera».
Dopo due settimane, stamane, è arrivata la firma ufficiale dell'atto di convenzione tra il Comune di Pescara e la Regione Abruzzo, «ora procederemo con la consegna dei lavori alla ditta Colanzi Costruzioni Srl di Casoli di Chieti, che lo scorso 17 aprile si aggiudicata l'opera per 1milione 639mila 545,93 euro: entro dieci giorni sarà aperto il cantiere da chiudere in 365 giorni – hanno proseguito il sindaco Albore Mascia e l'assessore Teodoro -. Non solo: nello schema di convenzione approvato abbiamo previsto di erogare all'impresa, già all'atto di consegna del cantiere, una somma pari al 90 per cento del netto contrattuale, per poi liquidare il restante 10 per cento nella fase di collaudo, proprio per incentivare l'azienda a far presto. Nella stessa convenzione, però, il Comune ha assunto l'onere di svolgere un costante monitoraggio della varie fasi di svolgimento dell'opera, prevedendo una penale pari allo 0,3 per mille della somma per ogni giorno di ritardo».
I lavori prevedono la sistemazione dell'intersezione di via Ferrari con via Da Vinci e via Caravaggio, con la rimozione delle opere esistenti, la realizzazione delle opere di consolidamento e di una rete fognante per le acque bianche, lo spostamento delle condotte idriche e degli altri sottoservizi, la realizzazione della pubblica illuminazione e la demolizione e ricostruzione di un fabbricato a servizio delle ferrovie.
Poi si prevede la realizzazione del collegamento tra via Caravaggio e via dell'Emigrante, con la demolizione delle opere di contenimento a ridosso delle ferrovie, delle mura in cemento armato, la realizzazione della rete fognante e della pubblica illuminazione».

12/10/2009 15.26