In Piazza Salotto maxi tornei di Play Station. Il Pd: «non ci piace»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

6143

In Piazza Salotto maxi tornei di Play Station. Il Pd: «non ci piace»
PESCARA. Piazza Salotto oggi si trasforma in una enorme sala giochi con l’evento D_Play Event, maxi tornei di Play Station all’aperto.
«Il Villaggio aprirà le proprie porte alle 14.30 – ha spiegato una delle organizzatrici, Giulia Regano - e, da quel momento, cominceranno le gare, le competizioni tra singoli e gruppi».
Cinque i giochi allestiti in piazza: il Buzz Superquiz che propone mille quiz sugli argomenti più svariati, dallo sport al cinema, alla musica; il Vip Soccer, ossia un calcio balilla vivente, in cui sarà possibile indossare la maglia della squadra del cuore; e poi i tipici giochi della PlayStation, ossia Evergreen SingStar, che consentirà ai concorrenti di cimentarsi nel canto, seguendo le canzoni e i video delle più famose pop star; Locoroco Quest, dove i protagonisti potranno saltare e rotolarsi; e, infine Go!Explorer, in cui sarà possibile mettere alla prova il proprio senso dell'orientamento.
Per partecipare alle competizioni sarà sufficiente presentarsi oggi in piazza Salotto dalle 10 alle 14.
A presentare e ad animare la manifestazione sarà il trio Medusa, protagonista de le Iene e, dalle 18 in poi, scatterà anche la musica con i Dj di M2o.
L'intero evento sarà poi ripreso e ritrasmesso sulla rete All Music come format televisivo.
«Finalmente – ha commentato il sindaco Albore Mascia – piazza Salotto non sarà più un deserto, ma tornerà a essere l'agorà, il punto di incontro delle comitive. In questo modo stiamo ridisegnando la piazza che lo stesso presidente della Camera Gianfranco Fini ricordava e che lo stesso ci ha chiesto di ripristinare nella sua originale bellezza, anche per ovviare alla ferita aperta rappresentata dal simulacro ingabbiato della scultura di Toyo Ito».

LA MANIFESTAZIONE NON PIACE AL PD

Ma l'evento non piace al Pd perché, hanno spiegato i consiglieri comunali Antonio Blasioli e Enzo Del Vecchio, «per i lavori di allestimento della Piazza è stato necessario transennarla interamente per una settimana a scapito del commercio cittadino, ma anche dei tanti anziani e delle tante mamme coi bambini, costretti a lunghe gimkane per attraversare la piazza».
Blasioli e Del Vecchio denunciano che «nessuna via di accesso lasciata ai pedoni, panchine accantonate in un lato della piazza e danni conseguenti per il commercio».
I consiglieri del Pd hanno annunciato che verificheranno se «la privazione totale di un bene pubblico di tale rilevanza sia stato adeguatamente compensato attraverso il pagamento dell'occupazione del suolo pubblico, per vedere se c'è anche un danno patrimoniale per il Comune».
C'è poi un altro aspetto che lascia perplessi i consiglieri del Pd: «l'amministrazione, in segno di rispetto per la sciagura di Messina ha deciso di rinviare la ricorrenza civile del Ciattè d'oro, che si svolge ogni anno in concomitanza con la festa del Santo Patrono, ma non ha avuto la stessa sensibilità nel sospendere altre iniziative ludiche in programma nella città: citando ad esempio l'incontro di calcio tra vecchie glorie di Pescara e Milan».

MASCIA: «NESSUN DANNO»

«La piazza non è stata occupata e mamme, bambini, nonni e famiglie hanno potuto continuare a usufruire dell'area senza gimcane né disagi», ha replicato Mascia. «Nessun operatore economico ha subito danni: anzi, oggi immaginiamo che centinaia di persone, soprattutto giovani, si riverseranno nell'area per partecipare alla festa e l'amministrazione comunale si aspetta la collaborazione dei nostri stessi operatori per accogliere quegli utenti. Non si sono registrati danni durante i lavori di preparazione del Villaggio Sportivo, non ci sono stati problemi, ma, al tempo stesso, stiamo consentendo a piazza della Rinascita di uscire da quel limbo di area isolata, desertificata, in cui era stata relegata negli ultimi sei anni».

10/10/2009