Olimpiadi: Pescante vicepresidente Cio. «Coronamento di una vita sportiva»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1235

COPENAGHEN. Mario Pescante è stato eletto a Copenaghen nuovo vicepresidente del Comitato olimpico internazionale.

Pescante è il primo italiano ad assumere questa carica.
Ha ottenuto 53 voti, mentre 37 sono andati a Ching Kuo Wu di Taipei, presidente mondiale della boxe. Un solo astenuto tra gli 88 votanti.
Mario Pescante, 71 anni avezzanese, ha iniziato la sua carriera dirgenziale da cussino doc (Cus Roma), Segretario Generale CONI dal 1973 al 1993, anno in cui viene eletto Presidente del CONI stesso, in carica fino al 1998. Dal 1994 è membro CIO ed è docente di Diritto Sportivo presso l'università LUISS di Roma.
Come non ricordare il suo ruolo di Commissario Straordinario dei XVI Giochi del Mediterraneo Pescara2009.
Nei prossimi giorni, come previsto, è atteso il suo arrivo a Pescara per fare un punto sulla situazione post Giochi.

IL COMMENTO DI PESCANTE

«Sono felice, un obiettivo bello, a coronamento di una vita sportiva», ha commentato Pescante ai microfoni di "RadioRadio".
«E' la prima volta per un italiano e lo merita lo sport, un riconoscimento allo sport italiano. Dedico vittoria a Giulio Onesti (ex presidente del Coni e membro del Cio, ndr), mio mentore, che mi ha insegnato ad amare lo sport internazionale, non solo per lo sport ma anche come strumento di incontro e di pace. Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Rocco Crimi ha detto che la mia elezione e' una vittoria per l'Italia? Mi ha telefonato e mi ha confermato il suo pensiero. Il nostro Paese si avvantaggia di un riconoscimento di grande prestigio - ha aggiunto Pescante - disperso nei 5 continenti con consenso trasversale che mi ha consentito di essere primo eletto»

09/10/2009 15.36