Tre tonnellate di rifiuti pericolosi sequestrati a Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1013

VASTO. La Guardia di Finanza di Vasto ha sequestrato una discarica abusiva dove ignoti avevano ammassato circa tre tonnellate di rifiuti speciali pericolosi.


L'operazione, coordinata dal comandante provinciale col. Paolo d'Amata, e diretta dal capitano Luigi Mennitti, comandante di Vasto, è scattata a seguito di segnalazione del sindaco di Lentella (Chieti).
I rifiuti erano stati abbandonati su un terreno prospiciente la sp 650 "Trignina".
Dalle prime verifiche si evince che i rifiuti fanno parte del ciclo di smaltimento di auto: nella discarica abusiva sono stati trovati ammortizzatori, radiatori per motori e per condizionatori, tubi in gomma, cavi elettrici, solventi; tutto il materiale era stato triturato al punto da far sospettare ad una parziale preparazione dei rifiuti per un eventuale regolare smaltimento che poi non è avvenuto.
La Guardia di Finanza ha registrato nella discarica un forte odore acre capace di irritare le vie respiratorie: si sospetta inoltre che i rifiuti scoperti potrebbero, per la loro composizione e l'esposizione agli agenti atmosferici, arrecare pericolo d' inquinamento ambientale per il terreno, la flora e la fauna della zona.
Dai riscontri investigativi si suppone che i rifiuti pericolosi siano stati scaricati da un camion proveniente dalla Campania.
I rifiuti sono stati sottoposti a sequestro per le violazioni al codice ambientale, in attesa degli esami dell'Arta di Chieti e per il successivo smaltimento secondo le norme vigenti.
Un primo rapporto è stato rimesso alla Procura della Repubblica di Vasto.

08/10/2009 11.26