Via Foscolo, De Martinis discute con i residenti sulle criticità stradali

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1185

MONTESILVANO. Nei giorni scorsi il consigliere Ottavio De Martinis, delegato alle Politiche della casa, ha incontrato i residenti di via Foscolo per discutere sulle criticità legate alla viabilità del primo tratto di strada.

Durante un sopralluogo De Martinis e il dirigente ai Lavori pubblici Bellafronte Taraborrelli hanno verificato la situazione precaria in cui verte la stessa e le notevoli carenze dal punto di vista della sicurezza.
«E' stata riscontrata in via Foscolo una situazione legata alla viabilità molto difficile - spiega il consigliere De Martinis –, a causa del transito delle numerose autovetture a velocità sostenuta e ad un palmo dalle abitazioni ubicate nel primo tratto di via Foscolo».
C'è stato così l'incontro con i residenti, i quali hanno confermato una situazione di pericolo, che si protrae ormai da anni, in particolare da quando è stato modificato il tragitto della linea del 2/.
La strada è troppo stretta per il doppio senso di due automobili.
«La questione, se non verrà risolta ora», ha detto De Martinis, «diventerà inamovibile con l'arrivo del filobus. Per questo motivo abbiamo incontrato nei giorni scorsi un dirigente della Gtm per ristabilire provvisoriamente l'originario percorso del 2/ e per studiare un percorso alternativo a quello progettato inizialmente per la filovia».
Si è prospettata così la possibilità di modificare questo tragitto con uno nuovo che vedrebbe il filobus, una volta arrivato su viale Europa, attraversare in direzione nord: via Foscolo, via Portogallo e viale Aldo Moro, per poi arrivare al parcheggio interscambio e tornare in direzione sud di nuovo su viale Moro, ma proseguendo in via Inghilterra (una volta ultimata) e in via Tasso, per reimmettersi quindi su viale Europa e sull'attuale strada parco.
Questo tragitto consentirebbe all'Amministrazione comunale di rendere via Foscolo e via Tasso a senso unico, di realizzare marciapiedi in entrambi i lati e di sistemare in maniera adeguata l'illuminazione, che oggi è troppo flebile in alcuni punti.
«Un impegno», ha detto ancora il consigliere, «che porterò avanti con l'ingegner Taraborrelli e con il comandante Marsiglia, pronta a studiare soluzioni migliori anche per la viabilità, ma soprattutto per la sicurezza dei residenti e dei pedoni».


07/10/2009 15.15