Il 20 ottobre apre la Variante alla Ss16: polemiche per i lavori «fatti male»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4396

MONTESILVANO. Un momento importante e tanto atteso, ma è solo l’inizio. Tra due mesi la riapertura completa.



E' fissata al 20 ottobre la data di apertura al traffico della variante alla strada statale 16 in direzione Nord-Sud, cioè da Montesilvano a Pescara.
«Ormai è certo – hanno annunciato il presidente della Provincia di Pescara, Guerino Testa, e il sindaco di Montesilvano, Pasquale Cordoma – anche se attendiamo ancora il provvedimento ufficiale dell'Anas».
Un provvedimento che a questo punto, visto lo sbilanciamento, dovrà arrivare per forza, dopo mesi di rinvii e inspiegabili ritardi.
«Si tratta di una data importantissima per il nostro territorio», hanno detto i due, «perché consentendo alle auto di percorrere quest'arteria si creerà una fondamentale valvola di sfogo per il traffico che congestiona l'area di Montesilvano».
Si dovrà però attendere qualche altro mese prima di vedere la variante percorribile in entrambi i sensi.
Testa ha ricordato che subito dopo il suo insediamento si è messo a lavoro per accelerare l'iter relativo alla variante, incontrando il capo dipartimento dell'Anas Abruzzo, Valerio Mele, insieme ai rappresentanti delle amministrazioni locali interessate al progetto.

«Cominciamo a raccogliere i frutti del nostro impegno – ha sottolineato il presidente - e ciò può solo farci piacere visto che il traffico è uno dei problemi principali di quest'area e in passato, evidentemente, non è stato affrontato efficacemente».
Oggi, poi, la questione è ancora più sentita a seguito dell'apertura dell'outlet di Città Sant'Angelo.
La zona di Santa Filomena, ha assicurato il sindaco Cordoma, ne trarrà dei benefici immediati «in termini di qualità della vita dei residenti e proprio grazie all'apertura della variante sarà possibile, per il Comune di Montesilvano, avviare i lavori di messa in sicurezza della zona compresa tra il cimitero e via Foreste, attraverso il finanziamento della Regione. Oltre a un rondò, sono previsti interventi su illuminazione, segnaletica e asfalto».

«SOPRALLUOGO IMMEDIATO IN VIA TOGLIATTI»

Intanto dal consigliere comunale del Pd, Gabriele Di Stefano, arriva una denuncia sullo stato di degrado dei parcheggi adiacente al cimitero in via Togliatti. Secondo il consigliere sarebbero stati fatti di recente dei lavori, legati a suo dire alla apertura dello svincolo, che avrebbero di fatto creato disagi proprio al parcheggio del cimitero.
«Sono inutilizzabili», spiega il consigliere, «quasi inaccessibili i parcheggi, sia per i portatori di handicap che per persone anziane, in quanto sono stati posizionati dei guard rail in modo tale che rendano impossibile l'ingresso ai padiglioni dove sono posizionati».
Il consigliere si domanda come possa essere accaduto che i nuovi guard rail abbiano “sbarrato” gli ingressi del cimitero:«credo che chi ha fatto i lavori o progettato doveva sapere che lì c'era il cimitero…»
«Su via Togliatti, direzione Montesilvano Colle», continua Di Stefano, «c'è una segnaletica stradale posta a terra, che per il codice della strada non permette la svolta a sinistra, oltretutto, pur volendo continuare il senso di marcia, non vi è nessuna possibilità di manovra mancante una rotonda. Seppure Montesilvano appare e manifesta attenzione verso l'abbattimento per le barriere architettoniche permette tutto questo?»
Di Stefano chiede a Cordoma un sopraluogo immediato.


03/10/2009 10.44