Prostituzione, arrestate 4 persone. «Stavano per scappare»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4052

PESCARA. Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Montesilvano nel corso di un'operazione anti-prostituzione.

I militari dell'Arma, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, hanno bloccato quattro persone che dovranno rispondere del reato di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.
In manette sono così finiti Cristinel Bacelan, di 22 anni, Cristian Dumitru Armeanu di 24 anni, Sandu George di 37 anni e Cristina Nicoletta Fieraru, di 22 anni.
Tutte erano obbligate a incassare ogni sera almeno 300 euro.
L'indagine era partita lo scorso 16 giugno quando una pattuglia dei militari di Citta' Sant'Angelo ha fermato una prostituta appena arrivata in città.
La donna aveva raccontato di essere arrivata da pochi giorni da Milano insieme ad altre colleghe, tutte sistemate in albergo e con una età compresa tra i 18 e i 22 anni.
Le quattro persone arrestate oggi, infatti, secondo i militari, sono arrivate da Milano portando qui anche una quindicina di ragazze romene che facevano prostituire a turno tra Pescara, Citta' Sant'Angelo e Montesilvano, lungo la strada.
Un trasferimento “strategico” per il periodo estivo, visto che molti clienti abituali delle giovani donne avevano raggiunto l'Abruzzo per le vacanze e comunque il capoluogo lombardo si era svuotato per le ferie e il lavoro era diminuito.

I QUATTRO STAVANO PER PARTIRE

Ieri i carabinieri hanno avuto il sentore che il gruppo stesse per tornare a Milano, tant'e' che i romeni hanno comprato delle valige così sono scattati gli arresti.
L'organizzazione criminale, secondo l'accusa, è composta complessivamente da 10 persone.
Tra queste, che erano già stati denunciati all'autorità giudiziaria dai carabinieri nelle scorse settimane, c'e' anche un italiano, un pensionato 70enne della provincia di Pescara, che accompagnava le ragazze a lavoro ogni sera.
La base operativa è stata invece trovata in via Vella, a Pescara.
I carabinieri hanno trovato lì documenti, preservativi e soldi. Tra l'altro e' stata individuata una prostituta che e' stata picchiata e violentata perchè si rifiutava di prostituirsi. E' stata aiutata dai carabinieri ad allontanarsi dalla zona di Montesilvano per far perdere le tracce mentre agli sfruttatori e' stato riferito che e' stata espulsa.
29/09/2009 17.20