Droga, 5 arresti tra Montorio, Lanciano e Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2859

ABRUZZO. I Carabinieri di Montorio al Vomano hanno arrestato Krasniqui Korab e Kurteshi Farush, entrambi kosovari, per una intensa attività di spaccio di cocaina che protrattasi dal dicembre 2007 al giugno 2009.

Un mercato davvero considerevole quello messo in opera. I due avevano in mano il monopolio del traffico di cocaina sul territorio montoriese.
Scambi numerosi e cospicui con vendite che singolarmente arrivavano a quantitativi di 50-100 grammi venduti al prezzo di 4.000-8.000 Euro.
Gli acquirenti, giovani del luogo, spesso con lavori normali e scarse capacità economiche, nel trascorrere del tempo, a causa dell'assuefazione, incrementavano gli acquisti assumendo sempre maggiori quantitativi, maturando nei confronti degli spacciatori debiti per svariate migliaia di euro. I malviventi per incassare il denaro da parte degli assuntori in ritardo con i pagamenti, erano riusciti ad instaurare un vero clima di terrore sottoponendo i clienti a reiterate minacce e violenze costringendo, in alcuni casi, le vittime ad allontanasi da Montorio o inducendoli a indebitarsi con finanziarie o a chiedere aiuto ai familiari.
Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria

A LANCIANO IN MANETTE UNA COPPIA

Gli agenti del commissariato di Lanciano hanno arrestato Berardino Di Marco, 39 anni e la convivente Stefania Bada, 32 anni, entrambi residenti in citta' con l'accusa di spaccio di stupefacenti.
I poliziotti sono giunti sulle tracce della coppia sulla base delle segnalazioni di alcuni cittadini, che avevano segnalato la presenza di strani personaggi nei dintorni dell'abitazione della coppia, che gestisce un'edicola nei pressi dell'ospedale.
Nel corso dei successivi controlli, e' scattata una perquisizione nell'appartamento dei 2, che ha portato al sequestro di 750 grammi di eroina - per un valore di circa 35mila euro -, oltre a bilancini di precisione e altro materiale utile al confezionamento della droga. Sono stati rinvenuti anche 2mila euro in contanti, probabile provento dello spaccio. Di Marco e' stato rinchiuso nel carcere di Villa Stanazzo, mentre la Bada e' stata trasferita nel carcere di Chieti.

A CHIETI TROVATO IL LATITANTE

A Chieti, invece i carabinieri hanno arrestato uno dei ricercati dell'operazione antidroga "Guardia 2008" dello scorso 23 settembre quando a finire in manette erano state 6 persone.
Si tratta di Luca Bruno Zappacosta, 20 anni, nato a Chieti ma residente a Roccamontepiano il quale era reduce da un soggiorno all'estero.
Anche lui e' stato associato alla casa Circondariale di Chieti ove rimarrà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

26/09/2009 13.44