Commercio. Il Comune:«punteremo sul centro cittadino»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1630

PESCARA. «La nuova amministrazione comunale di Pescara attuerà ogni misura possibile per rendere di nuovo concorrenziale il nostro Centro commerciale naturale e scongiurare la potenziale onda lunga determinata dall’apertura dei nuovi punti di grande distribuzione nei centri limitrofi».



Lo ha detto l'assessore al Commercio del Comune di Pescara, Stefano Cardelli.
«La coalizione di governo della città – ha ribadito l'assessore Cardelli – crede nelle potenzialità troppo a lungo sopite del centro commerciale naturale, rappresentato da quel quadrilatero centrale compreso tra via Venezia, corso Vittorio Emanuele, la riviera nord e via Leopoldo Muzii, che ha sempre simboleggiato il luogo deputato allo shopping, accogliendo le firme storiche del commercio sulla costa adriatica. La cronica assenza di servizi, come parcheggi, arredo urbano o iniziative, la scomparsa di cinema e bar, sostituiti da banche, ha pian piano ridotto la capacità di attrattiva esercitata dal ‘centro', situazione aggravata dall'apertura dei punti della grande distribuzione nelle periferie o nelle aree sviluppatesi a ridosso di Pescara stessa».

Secondo l'assessore tuttavia l'asse portante di questo “centro commerciale naturale” esisterebbe ancora («sta cercando in ogni modo di resistere») e si potrebbe partire proprio da questo per rilanciare il centro.
«Il centro-destra», ha spiegato ancora Cardelli, «crede nella libera iniziativa, e proprio per tale ragione sarà compito dell'amministrazione comunale dare il proprio contributo per rivitalizzare il cuore dello shopping pescarese, per renderlo concorrenziale con le strutture organizzate all'esterno della città. Il nostro progetto di rilancio potrebbe partire dal Mercato coperto di Largo Scurti, oggi semivuoto, quasi completamente disertato dagli stessi clienti-utenti, anche per l'assenza di parcheggi che consentano ai cittadini di fermarsi in tranquillità per fare i propri acquisti. Per quella struttura l'amministrazione comunale ha già in cantiere un progetto di ristrutturazione e di adeguamento del manufatto alle nuove necessità del settore, un progetto che vogliamo sottoporre all'attenzione delle associazioni di categoria».
Una riunione è stata programmata per la prossima settimana per fare il punto con operatori e associazioni.

25/09/2009 9.18