Positiva l'ispezione della Commissione Difesa alle strutture militari di Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1803

CHIETI. Una delegazione della Quarta Commissione Difesa della Camera dei Deputati a visitato la Caserma Berardi sede del 123° Reggimento "Chieti".

La delegazione era composta dal presidente Edmondo Cirielli e dagli onorevoli Franco Gidoni, Marcello De Angelis, Antonio Rugghia e Augusto Di Stanislao, nell'ambito dell'attività cognitiva della realtà militare della regione Abruzzo.
Nel corso di un "briefing" sono stati illustrati i punti di forza e le varie problematiche delle strutture militari della Regione.
Alla riunione - si legge in una nota - oltre al comandante del Reggimento, il colonello Piero Todaro, hanno partecipato, il generale Iannucelli, coordinatore dell'Operazione Gran Sasso, il colonnello D'Amato Comandante del 33° Reggimento "Acqui" di stanza a L'Aquila, il colonnello Rinaldi, direttore del Distretto militare di Chieti e il colonnello Cagnetta, capo del Centro Documentale di Chieti.
Nel corso della visita alla struttura che ospita il Reggimento, la Commissione ha constatato «con soddisfazione» la vitalità dei Reparti in addestramento e la funzionalità offerta dalle infrastrutture, quali gli impianti sportivi polifunzionali, le aule didattiche e le zone di addestramento individuale al combattimento ed ha sottolineato l'importanza che ha avuto il conoscere dal vivo la realtà della "Berardi", ritenendola una risorsa preziosa per la Forza Armata e l'intera collettività.
Al termine, la delegazione, è partita alla volta dell'Aquila per visitare le strutture militari della città e per incontrare i militari che operano in concorso con la Protezione Civile per far fronte all'emergenza sismica.
Nel corso della visita il deputato abruzzese dell'Idv, Di Stanislao, ha detto che «occorre rivedere la missione italiana in Afghanistan perche' non e' possibile andare in missione con i fiori di pace quando si ricevono le bombe. Noi stiamo facendo molto di piu' di quello che ci e' stato chiesto, lo scenario attorno a noi e' cambiato».
Il 22 ottobre Di Stanislao sara' ad Herat in Afghanistancon con la Commissione Difesa della Camera.
Obiettivo della missione, la verifica dello stato dei lavori alle tre palazzine che da meta' ottobre ospiteranno circa 600 sfollati.
«Sia io che il presidente Cirelli - ha detto Di Stanislao - abbiamo capito che dobbiamo andare li' perche' e' importante conoscere il territorio, capire come lavorano i nostri soldati e le loro necessita'. Dopo quanto e' accaduto - ha concluso Cirielli - e' necessario che i militari che si trovano in Afghanistan e che rischiano quotidianamente la vita, sappiano chi e' lo Stato tramite i parlamentari che gli devono essere vicini».

24/09/2009 11.37