Mario Negri Sud: cassa integrazione per 30 e smantellamento in vista?

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3104

LANCIANO. E’ ormai confermata la notizia della messa in cassa integrazione di ben 30 dipendenti del Consorzio Mario Negri Sud su di un totale di 122.

Da anni il prestigioso centro di ricerca è punto di riferimento in ambito non solo italiano.
La cassa integrazione diventerà operativa a partire dal primo di ottobre e per ben 13 settimane.
Ma non basta sembra che vi sia in atto anche un trasferimento del gruppo di biologia cellullare che potrebbe essere portato a Napoli, dove è stato creato un nuovo laboratorio di biologia cellullare.
Il presidente dell'associazione culturale Frentania Provincia, Pino Valente, ha sollecitato le istituzioni a darsi immediatamente da fare per evitare la perdita o il depauperamento dell'istituo.
«E' necessario», ha detto Valente, «garantire serenità economica e certezze lavorative a ricercatori e dipendenti del Mario Negri Sud, centro di eccellenza mondiale nel campo della ricerca scongiurando ulteriori fughe di cervelli dall''Abruzzo, cervelli che andranno a fare la fortuna di altri centri di ricerca italiani e non solo. Basta parole, basta proclami, il popolo frentano si aspetta dalla classe dirigente locale fatti concreti in tempi brevissimi a favore di chi, con il proprio lavoro, sta dando lustro e prestigio al territorio frentano».
L'Associazione Culturale Frentania Provincia promette battaglia qualora, viste «le tante promesse disattese negli anni passati da parte di amministratori sia di centrodestra che di centrosinistra».

19/09/2009 11.06