Il Comune non ha soldi e si "vende" il nome del palazzetto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1437

CARAMANICO TERME. Recuperare nuova liquidità magari anche dalla sponsorizzazione del palazzetto dello sport.

Così l'amministrazione comunale, anche alla luce delle sempre maggiori ristrettezze economiche, ha pensato di intitolare la struttura sportiva -mediante uno specifico progetto di sponsorizzazione- con un marchio, così come si usa anche al nord.
E' stato così pensato un bando pubblico al quale si spera partecipino in molti.
Il ‘Palasantelena', palazzetto dello sport di Caramanico Terme recentemente attivato prima ancora della inaugurazione, è una struttura polivalente di circa 1.500 mq. di superficie, posta immediatamente a ridosso del centrale parcheggio ‘Vallocchia', terminal degli autobus sia di linea che privati e che giornalmente ospita un numero molto rilevante di utenti. La struttura è utilizzabile per attività sportive, eventi, manifestazioni, congressi fiere, esposizioni ed occasioni varie in cui viene richiesta una adeguata capienza.
Molteplici sono le attività sportive al suo interno praticabili, ovvero pallavolo, calcio, basket, calcio a cinque, pattinaggio a rotelle, pugilato, tennis, scherma ed attività ginnico motorie in genere.
L'intenzione del Comune è quella di utilizzare le risorse che si renderanno disponibili dai contratti di sponsorizzazione per la copertura parziale dei costi di gestione diretti ed indiretti del palazzetto dello sport, delle attività e dei servizi comunque svolti al suo interno. La base d'asta assolutamente è fissata in 4mila euro annue, importo sicuramente alla portata di una ampia fetta di mercato. L'aggiudicazione, a favore dell'offerta economicamente più vantaggiosa, avverrà anche in presenza di una sola istanza.
«Riteniamo», interviene il Sindaco Mario Mazzocca, «che il Palasantelena detiene alcuni elementi distintivi che rendono la stessa appetibile da un punto di vista del ritorno d'immagine dello sponsor. Il primo elemento distintivo è costituito dal valore sociale e culturale della struttura, che costituisce per Caramanico Terme ed il suo comprensorio territoriale, un formidabile luogo di aggregazione per tutti i cittadini residenti; la seconda peculiarità è rappresentata dal numero significativo di utenti con cui lo sponsor potrà entrare in contatto, anche e soprattutto in considerazione dell'elevato numero di turisti (oltre 200mila presenze annue) che tradizionalmente frequentano la nostra cittadina».
«La denominazione del ‘Palasantelena' - continua il Sindaco - verrà mutata con il termine composto ‘Pala' seguito dal nome dello sponsor per l'intero periodo minimo contrattuale previsto in 5 anni, durante il quale il nome ed il marchio dello sponsor compariranno ogni qualvolta si organizzi un'iniziativa sportiva o ricreativa nella struttura. Sia all'interno che all'esterno del palazzetto, inoltre, verranno collocate 5 tabelle con il nome ed il marchio dello sponsor, consentendo in questo modo all'azienda di avere la più ampia visibilità».
Oltre che sulla esclusiva denominazione della struttura, che verrà comunicata con apposita conferenza stampa, lo sponsor potrà contare sulla possibilità di posizionare due insegne luminose poste sui prospetti esterni o sulla copertura del palazzetto e tre cartelli murali sulle pareti interne. Inoltre denominazione e logo verranno, costantemente e per tutta la durata contrattuale, utilizzati sia sulla carta intestata che sulle locandine delle iniziative promosse dal soggetto gestore del Palazzetto, nonché su eventuali gadget.

17/09/2009 15.02