A Pescara il primo ufficio per Pari Opportunità. All'inaugurazione la Carfagna

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1088

PESCARA. L' amministrazione comunale di Pescara istituirà il primo Ufficio per le Pari Opportunità.


La struttura si occuperà della promozione delle azioni positive a favore delle cittadine.
Per l'inaugurazione, come ha annunciato il sindaco Luigi Albore Mascia, si sta valutando la possibilità di avere ospite il Ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna.
«Obiettivo dell'amministrazione comunale è quello di potenziare le politiche a favore della donna e del ruolo della donna all'interno della famiglia, delle Istituzioni, della politica, della scuola, della società generalmente intesa – hanno ricordato il sindaco Albore Mascia e gli assessori Elena Seller (Pari Opportunità), Carla Panzino (Associazionismo), Isabella Del Trecco (Ambiente) e Marcello Antonelli (Personale) -. La donna che lavora, che deve conciliare la gestione domestica della casa, i figli, la famiglia, e contemporaneamente il tentativo di fare carriera. Molti passi avanti sono stati fatti, ma purtroppo gli episodi di cronaca nera che troppo spesso vedono vittime proprio le rappresentanti del genere femminile rischiano di farci tornare ogni volta dieci, vent'anni indietro».
Per farlo l'amministrazione comunale istituirà il primo Ufficio municipale per le Pari Opportunità, dove nascerà la biblioteca delle Pari opportunità, l'Osservatorio statistico sulla materia e un Centro di risorse virtuali.
La struttura opererà in maniera specifica quale «punto di riferimento per le donne» che, dopo una maternità o una separazione, vogliono reinserirsi nel mondo del lavoro, o per quelle giovani che spesso, vittime di violenze fisiche o psicologiche, trovano il coraggio di lasciare le mura domestiche ma poi si trovano escluse da ogni circuito. «Quelle donne che vivono o stanno uscendo da una condizione di disagio», ha sottolineato Mascia, «rappresenteranno la sfida della nostra amministrazione che, al pari, promuoverà la nascita di nuovi asili nido comunali per aiutare quelle donne che lavorano e hanno bisogno di un supporto».

11/09/2009 9.47