Il giornale del Comune crea scompiglio. Rc:«informazione puntuale e precisa?»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1329

CITTA’ SANT’ANGELO. Un giornale istituzionale e culturale a Città Sant’Angelo ha fatto sorgere qualche perplessità a Stefania Contento, segretario di Rifondazione Comunista.


Il giornale dal nome Angulum viene presentato come «periodico di informazione istituzionale e culturale»: un mezzo di comunicazione, pagato con i soldi del Comune, che serve per raccontare le ultime imprese dell'amministrazione cittadina.
Una trovata sempre più in uso nei piccoli e grandi comuni che aiutano gli amministratori a comunicare meglio con i cittadini-elettori. Una informazione che spesso si trasforma in propaganda per di più pagata con i soldi dei cittadini.
Ma Contento contesta il contenuto e si domanda fino a che punto vengano riportate informazioni imparziali.
«Il Comune», spiega l'esponente di Rifondazione, «sostiene di fornire a noi cittadini una “informazione puntuale e precisa sull'attività dell'Ente…un'informazione assolutamente obiettiva e scevra da strumentalizzazioni, aperta ai contributi di tutti”».
Poi però leggendo i contenuti la segretaria pone delle domande: «cosa lega e quali rapporti vi sono fra l'editore ed il Comune? Quanto costa la pubblicazione? Chi paga il costo della pubblicazione?»
In più, in un articolo in circolazione in questo periodo dal titolo “Potenziamento via dei fiori” la Contento denuncia la mancanza di obiettività.
Ma se sono i cittadini a pagare, perché in cambio non ricevono una informazione puntuale?
«E' “informazione puntuale e precisa…assolutamente obiettiva e scevra da strumentalizzazioni”», domanda Contento, «tacere che a pochi mesi dall'ultimazione vi sono già “numerose pezze” sull'asfalto? È corretto tacere che sui tombini vi sono coperchi che risultano rumorosi e privi di cerniere di ancoraggio? Perché non avete dato conto dell'interrogazione presentata al riguardo, diverso tempo fa, dal nostro rappresentante consigliere Giancarlo Verzella? Per un'opera siffatta i cittadini hanno pagato il prezzo intero? All'impresa è stato contestato qualcosa?»

11/09/2009 8.41