Casa dello studente a Pescara, «a fine settembre iniziano i lavori»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1728

PESCARA. Inizieranno entro la fine di settembre i lavori per la realizzazione a Pescara della Casa dello Studente, la cui apertura è prevista per ottobre 2010.

L'opera, progettata dalla "Spazio Srl", sorgerà su un'area di proprietà della stessa società in via Strada Comunale Piana, nelle immediate vicinanze delle facoltà universitarie.
La casa sarà strutturata in 5 piani e offrirà 90 posti letto, fruibili anche dai disabili, ciascuno dei quali dotato di un posto auto e di un posto per la bicicletta.
Nella hall al pianoterra saranno individuate zone di ricezione e servizi; al primo piano saranno collocati appartamenti bilocali, e nei piani superiori posti alloggio in camera doppia o singola.
Tutte le camere saranno composte di ingresso/disimpegno, guardaroba, servizio igienico, camera da letto con zona studio, e balconi perimetrali.
Inoltre al primo piano saranno localizzati anche l'area ricreativa e di studio, e zone ristoro saranno dislocate su tutti i piani abitativi
Il costo complessivo dell'intervento si aggira sui 5 milioni di euro.
Presentando l'iniziativa, insieme all'assessore all'Urbanistica, Marcello Antonelli e ai progettisti, il sindaco Luigi Albore Mascia ha sottolineato che «sarà a costo zero» per l'amministrazione comunale, trattandosi di un investimento interamente privato che oltre alla casa per gli studenti, prevede anche una serie di interventi di urbanizzazione nella zona.
Nell'iniziativa sono coinvolti in totale 16 istituzioni fra enti esterni ed uffici comunali.
L'assessore Antonelli ha sottolineato che «in soli 138 giorni si è compiuto l'iter complessivo» che poterà alla costruzione dell'opera.
Un'opera che, a detta di Giuseppe Iezzi della "Spazio Srl", sarà "funzionale e ordinata". La casa sarà costruita, inoltre, secondo un sistema volto ad ottenere l'autogestione energetica e soprattutto, alla luce di quanto accaduto all'Aquila, secondo criteri di prevenzione del massimo rischio sismico.

A PESCARA 8.800 STUDENTI FUORI SEDE

L'offerta formativa universitaria negli ultimi dieci anni è fortemente aumentata a Pescara gli ultimi dati aggiornati al 16 maggio 2009 dall'Anagrafe Nazionale degli Studenti dicono che la struttura di Pescara raccoglie oggi 11.515 iscritti, di cui 8.800 studenti vivono fuori sede, ossia provengono da altre regioni, come le Marche, la Puglia, la Campania, il vicino Molise, ma anche la Calabria.
Tempo fa, ha ricordato il sindaco Mascia, era stata l'Ater a tentare la realizzazione di un tale edificio attraverso un accordo di programma, in via Benedetto Croce, ma il cantiere è ormai bloccato da anni e ora l'amministrazione dovrà riprendere in mano anche quelle carte.
L'assessore Antonelli ha poi sottolineato “l'assoluta celerità di intervento dello Sportello Unico per le Attività Produttive che ha chiuso il fascicolo con il rilascio delle concessioni edilizie appena 138 giorni dopo la presentazione dei progetti.
Non solo: nella palazzina, che non beneficerà di alcun premio di cubatura o volumetria, è previsto un piano interrato da adibire a parcheggio, con un posto auto per ogni posto letto, oltre ad altri 1.800 metri quadrati di parcheggio privato e 300 metri quadrati di parcheggio pubblico».
L'edificio sarà costruito sulla base delle norme antisismiche, «ma soprattutto non sarà un dormitorio, ma sarà una residenza ordinata», hanno sottolineato i progettisti.
Per la gestione sono stati già avviati i contatti con l'Azienda di diritto allo studio universitario, ma non si escludono forme private, come la Fondazione ‘Faccioli', garantendo agli studenti prezzi di affitto calmierati.


10/09/2009 9.06