Crepe e cedimenti sul belvedere a Silvi, l'ira del sindaco

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3675

Crepe e cedimenti sul belvedere a Silvi, l'ira del sindaco
SILVI. Crepe e cedimenti della pavimentazione e nei muretti, distacco dei parapetti del belvedere, un’intera zona transennata.

La critica situazione esistente a Silvi Paese, proprio nell'area panoramica del centro storico, preoccupa l'amministrazione comunale che per questa mattina aveva convocato una riunione con le principali autorità regionali per iniziare una fase di monitoraggio.
Così alle ore 10 il sindaco Gaetano Vallescura, insieme ai tecnici dell'ufficio Opere Pubbliche del comune di Silvi, ha incontrato proprio nell'area interessata gli esperti della regione Abruzzo dell'Ufficio del Genio Civile di Teramo, quale ente responsabile delle zone soggette ad abitati da consolidare, e gli uomini del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco che verificheranno se vi sono pericoli immediati per la pubblica e immediata incolumità.
Insieme si sarebbero dovute prendere decisioni inerenti gli appositi interventi e relativi finanziamenti che andranno a coprire l'esoso intervento.
Ma non sono mancati momenti di tensione quando il tecnico del Genio Civile ha spiegato che Silvi Paese è stata distolta dalle zone previste nel Piano regionale di assetto idrogeologico e che quindi che nulla era di competenza del loro ente, consigliando infine al comune di Silvi di provvedere tramite un tecnico specializzato di uno studio del fenomeno.
A questo punto è scattata l'ira del sindaco che per lo meno «si aspettava un pronto parere del Genio Civile e poi uno studio specialistico al fine di individuare i fenomeni in atto. La presenza del Genio Civile – sempre a detta di Vallescura – era finalizzata affinchè provvedesse come ente regionale preposto all'accertamento delle cause  per mezzo dei propri tecnici».
A preoccupare principalmente il sindaco di Silvi sono le evidenti crepe che negli ultimi tempi si sono evidenziati, che a detta di molti residenti si sono accentuati dopo gli eventi sismici che hanno colpito l'Abruzzo.
«Molti parapetti – ha evidenziato il primo cittadino – hanno subìto alla base un distacco dalla pavimentazione. In questa zona, inoltre, da anni vanno avanti lavori di consolidamento dell'intera collina a ridosso di Silvi Paese: possibile che nessuna sappia le cause di questi fenomeni? Andrò fino in fondo in questa storia, perché la situazione non è per nulla positiva; ora mi trovo costretto a rivolgermi alla protezione civile in quanto a mio avviso qui potrebbero esserci rischi per la pubblica e privata incolumità. Grazie all'amicizia che ci lega, ho chiamato Lorenzo Alessandrini della protezione civile e nelle prossime ore farò sopralluogo con lui. Non posso rimanere senza risposte e senza elementi chiari per poter intervenire ma soprattutto qui non può assumersi le incombenze solo il comune di Silvi ma pretendo che anche regione Abruzzo o chi per essa faccia la sua parte».

08/09/2009 15.18