Teatro e parcheggi. Sospiri: «sono sicuro: i soldi arriveranno»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1653

Teatro e parcheggi. Sospiri: «sono sicuro: i soldi arriveranno»
PESCARA. I progetti di Pescara non sono rientrati nella prima tranche di finanziamenti erogati dallo Stato nell’ambito degli interventi previsti per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia.

E' quello che ha confermato ieri in consiglio comunale Lorenzo Sospiri che però ha voluto anche assicurare tutti che la “filiera” della politica è stata già allertata fin sopra i vertici ministeriali.
Sospiri si è anche detto «sicuro» che finanziamenti giungeranno per finanziare sia il teatro che i parcheggi di Pescara sud.
Si tratta delle opera di copertura del Teatro D'Annunzio che lo renderebbe fruibile tutto l'anno e non solo d'estate, come accade ora.
Ieri il centrosinistra aveva presentato una mozione sulla presunta dispersione dei fondi destinati a finanziare i lavori a Porta Nuova, mozione che dopo due ore di discussione, è stata ritirata dai proponenti.
«La verità è che quei fondi non sono mai stati assegnati e dunque mai dispersi», ha precisato Sospiri, «il Ministero ha giudicato apprezzabili le opere proposte e si è riservato di finanziarle nell'ambito di un nuovo lotto di stanziamenti, non ancora resi pubblici».

ALLE CIRCOSCRIZIONI LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI

Intanto in apertura di seduta l'assessore al Decentramento, Stefano Cardelli, ha replicato a una interrogazione della sinistra sul progetto di riforma dei Consigli circoscrizionali, «destinati a diventare mini-municipalità. Cominceremo con il riassegnare alle Circoscrizioni la gestione del servizio di concessione e affidamento degli impianti sportivi, dopo che entro pochi giorni avremo completato il loro censimento. Ma soprattutto – ha detto l'assessore Cardelli – i Consigli di quartiere dovranno assumere competenze nella minuta manutenzione, nella gestione del territorio anche attraverso la riapertura dei distaccamenti della Polizia municipale e poi con la riforma dei servizi anagrafici, delocalizzati con troppa fretta dalla passata giunta comunale a ridosso del ritorno alle urne in locali inidonei».
Il Consiglio comunale ha poi approvato con 2 voti a favore, uno contrario e 6 astenuti la delibera per la sdemanializzazione dell'area di parcheggio antistante la palazzina comunale ex Inps e un tratto di via Calabria, che verranno adibiti a parcheggio per le auto di servizio del Comune, conservando però i 5 posti auto per diversamente abili e portando da uno a 3 i posti ‘rosa' per la sosta delle future mamme.
Infine il Consiglio ha eletto i rappresentanti del Comune nella Commissione municipale per l'aggiornamento degli elenchi dei Giudici popolari di Corte d'Assise e di Corte d'Assise d'Appello, ossia il consigliere Pdl, Armando Foschi, per la maggioranza e il consigliere d'opposizione Fausto Di Nisio, dell'Italia dei Valori.

I PARCHEGGI AL CIMITERO DEI COLLI


«Per sbloccare la realizzazione dei nuovi parcheggi a servizio del cimitero dei colli Innamorati dovremo attendere l'elaborazione della Variante delle invarianti, uno strumento urbanistico che dovremo verificare per non paralizzare ulteriormente opere fondamentali per il territorio cittadino».
Così il presidente della Commissione Lavori pubblici, Armando Foschi, al termine della seduta convocata sul tema dei cimiteri, alla presenza dell'ingegner Nait, responsabile della ditta Fidia.
Resta, invece, ancora in sospeso, ha precisato Foschi, il ‘caso' dell'area cimiteriale di San Silvestro di proprietà della parrocchia di San Cetteo e di fatto inaccessibile agli utenti da troppi anni per pericolo crolli, «una situazione che dovremo riprendere in mano entro le prossime settimane», ha promesso.
«Sino a oggi - ha ripercorso il Presidente Foschi – attraverso il vecchio Project Financing sono stati realizzati 380 loculi nel cimitero di San Silvestro e 980 ai Colli Innamorati: quando l'intero cantiere sarà chiuso, la Fidia darà al Comune 500 loculi vuoti nel camposanto dei Colli e 300 a San Silvestro, dove, tra l'altro, verrà anche attrezzata un'area per la sepoltura degli animali d'affezione, ossia cani, gatti e cavalli. Tuttavia restano aperte alcune questioni fondamentali, a partire dalla realizzazione di servizi per l'area dei colli Innamorati, dove erano previsti nuovi parcheggi per gli utenti che si recavano a far visita ai propri defunti. Quel progetto è praticamente stato congelato a causa della Variante delle Invarianti, uno strumento che ora, con il Consiglio comunale e gli Uffici tecnici, chiederemo di verificare subito per riavviare quella tranche di opere necessarie per non privare la città di strutture essenziali».
Tra l'altro il progetto è stato al centro dell'inchiesta giudiziaria che ha portato agli arresti l'ex sindaco Luciano D'Alfonso, inchiesta che avrebbe provato secondo l'accusa di come la gara del progetto di finanza affidato poi alla ditta di Massimo De Cesaris fosse viziata in più punti e persino preparata a tavolino e concordata tra le parti con una sproporzione di vantaggi a favore del privato.
Inseguito alla privatizzazione della gestione sono state numerosissime poi le proteste per l'esponenziale aumento dei costi dei loculi.
«Nei prossimi giorni convocheremo in Comune i tecnici interni per capire cosa sia realmente accaduto in quella zona», ha concluso Foschi, «perché dopo tanti anni non siano ancora state eseguite le opere di messa in sicurezza e di ripristino e soprattutto se esistano ordinanze che effettivamente vietino l'accesso dei cittadini».

08/09/2009 8.48