Il blitz dell’Attiva. Del Trecco:«interventi a tappeto dopo anni di immobilismo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2063

PESCARA. Da via Caravaggio sino al lungomare Cristoforo Colombo e ai colli Innamorati.

Sono proseguiti fino al pomeriggio di ieri gli interventi a tappeto della Attiva sull'intero territorio di Pescara per garantire il ripristino delle adeguate condizioni igienico-sanitarie della città dopo l'emergenza vissuta nelle scorse settimane. «Un'emergenza», ha spiegato l'assessore all'Ambiente del Comune di Pescara Isabella Del Trecco, «purtroppo non determinata dai 60 giorni di governo della nuova amministrazione comunale, ma piuttosto dai sei anni di disservizi, di mancati investimenti e di scelte strategiche errate della passata giunta di centro-sinistra, come ben sa il consigliere Pd Di Pietrantonio che oggi si erge a difensore di quegli utenti abbandonati per sei anni nel completo degrado e ai quali stiamo invece restituendo piena dignità, garantendo loro strade pulite e vigilate».
Oggi intanto il tema verrà affrontato anche nel corso di un vertice-confronto con i dipendenti della Attiva ai quali l'assessore chiederà un ulteriore sforzo «per aiutarci ad assicurare una città decorosa».
«Con il presidente della Commissione consiliare permanente Ambiente Domenico Lerri visiteremo innanzitutto il nuovo Centro di smistamento della Attiva – ha spiegato Del Trecco – e poi avremo l'occasione per incontrare i dipendenti, le 135 unità operative con le quali vogliamo aprire un canale di dialogo e un rapporto di reciproca collaborazione che per sei anni è evidentemente mancato. Parliamo di operatori ai quali stiamo chiedendo in questi giorni uno sforzo straordinario per riportare a regime il servizio di bonifica del territorio, ma che siamo anche pronti ad ascoltare per capire le difficoltà che da anni vivono nello svolgimento delle proprie mansioni».
Intanto durante la notte tra mercoledì e giovedì i dipendenti della Attiva hanno effettuato lo spazzamento e la bonifica «di via Caravaggio – ha elencato l'assessore Del Trecco – via Diaz, via Cavour, via Cadorna, via D'Avalos (zona Inacasa), via dei Bastioni, piazza Ovidio, viale della Pineta, via Luisa D'Annunzio, via Pepe, via Marconi, via Gabriele D'Annunzio, via Cristoforo Colombo (zona via Figlia di Iorio), via Fedele Romani, via Monte Amaro, via Monte Bove, l'area a ridosso della nuova stazione ferroviaria centrale, via Michelangelo, via Malagrida, via Forca D'Ancora, via Paolini, via Fonte Romana. Completata ancora la bonifica di via Andrea Doria, lungomare Cristoforo Colombo, sino all'altezza di via Vespucci, via Fenaroli, via De Meis, via Di Tullio, via Cerulli e metà di via Magellano».
Due squadre sono invece state dirottate nel quartiere San Donato per lo spazzamento dei parcheggi di via Panaro e via Aldo Moro, mentre «sempre nella notte è stata eseguita la pulizia di via Tavo, via Trigno e le aree circostanti. Strade che come hanno segnalato gli stessi residenti non sono state spazzate per mesi, per anni».
Le squadre dell'Attiva hanno effettuato la bonifica anche di via Carabba, piazza San Camillo De Lellis, e via Valignani. Ieri pomeriggio si è passati alle aree dei mercati, di via Ravasco, dell'intero asse della strada-parco, con il ritiro dei cartoni abbandonati che sono stati segnalati in via della Bonifica e dei rifiuti ingombranti denunciati in via Salita Pennesi e via Aterno.

04/09/2009 8.51