Alba Adriatica. Pizzaiolo di 32 anni folgorato in casa

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1844

ALBA ADRIATICA. Era intento a fare una prolunga per il computer lavorando sui fili dell’elettricità senza aver staccato il contatore. E’ morto così, folgorato, un uomo questa mattina in una abitazione della cittadina adriatica.


Si chiamava Modesto Esposito ed aveva 32 anni e non h avuto scampo: la scossa tremenda lo ha finito in un attimo.
L'episodio è avvenuto in un piccolo condominio di via XXIV Maggio.
Secondo i rilievi dei carabinieri l'uomo era scalzo e a torso nudo, stava sfilacciando con un coltello da cucina tutto in ferro la guaina della prolunga rimasta improvvisamente a fili scoperti.
L'abitazione dove l'uomo e' rimasto folgorato e' di proprieta' di una colombiana con la quale Esposito doveva avere un colloquio per lavorare in un bar-pizzeria che la donna stava per aprire.
Per domani l'uomo, di professione pizzaiolo, aveva in programma un viaggio in Marocco.
Fino a qualche tempo fa lavorava ad Arezzo ma era originario di Salerno. Il sostituto procuratore della Repubblica di Teramo ha intanto disposto il sequestro dell'abitazione.
I vigili del fuoco dovranno accertare, tra l'altro, con specifici esami strumentali, perche' non sia scattato il salva vita.

01/09/2009 18.07