Regata Gonfaloni, gli atleti ospiti del Villaggio Mediterraneo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1062

PESCARA. Verranno ospitati in una delle palazzine del Villaggio del Mediterraneo, realizzate in occasione dei Giochi, i 200 atleti italiani e stranieri che tra due settimane arriveranno a Pescara per la Regata dei Gonfaloni.

E' l'accordo raggiunto con il presidente della ‘Villaggio del Mediterraneo Spa', proprietaria degli immobili, Gianni Di Cosmo che ha subito messo a disposizione quegli spazi prima di destinarli all'accoglienza degli studenti universitari dell'area metropolitana.
Lo ha ufficializzato l'assessore al turismo del Comune di Pescara Berardino Fiorilli, al termine di un incontro con Di Cosmo e con l'imprenditore Daniele Becci.
«La disponibilità gratuita dell'immobile rappresenta una boccata d'ossigeno per l'amministrazione comunale che sta esaminando gli ultimi dettagli relativi allo svolgimento di una manifestazione ormai storica per la città, ossia la Regata dei Gonfaloni e che quest'anno – ha affermato l'assessore Fiorilli – potrebbe rivelarsi un ‘evento sportivo' storico, con la presenza di oltre 200 atleti. Ricevute tante adesioni, si è posto il problema di dare un'idonea accoglienza e ospitalità a coloro che prenderanno parte alle gare, staff compresi, e il primo pensiero è andato alle palazzine nuove, moderne, funzionali, realizzate in occasione dei Giochi, ossia al Villaggio del Mediterraneo, lo stesso che durante la manifestazione dello scorso giugno ha garantito un'ottima sistemazione a oltre 5mila atleti presenti alla kermesse sportiva».
Il Presidente Di Cosmo ha accolto subito con entusiasmo la richiesta ricevuta dall'amministrazione comunale di Pescara e ha messo a disposizione uno dei fabbricati, dove gli atleti saranno sistemati in camera doppia, in modo completamente gratuito, prima che l'immobile stesso venga destinato ad accogliere gli studenti universitari che gravitano nell'area metropolitana.
«L'operazione odierna», ha chiuso Fiorilli, «rappresenta l'ennesimo esempio di una collaborazione sana e trasparente tra pubblico e privato di cui beneficerà la città».


28/07/2009 9.53