Classifica Atenei: Chieti al 13° Teramo al 43°

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1284

ABRUZZO. L'Università di Trento, i politecnici di Milano e di Torino sono fra le Università migliori in Italia. In Abruzzo bene la D’Annunzio di Chieti (13) male Teramo (43). L’Aquila non figura nella classifica.

E' la classifica degli atenei più virtuosi secondo una prima analisi fatta dal ministero dell'università e della ricerca scientifica sulla base di nuovi criteri di valutazione approvati oggi dal Consiglio dei ministri.
Trento, ad esempio, pur essendo un piccolo Ateneo, è riuscito meglio di ogni altro a intercettare, attraverso propri progetti, i finanziamenti europei.
I politecnici di Milano e Torino hanno conseguito risultati importanti su didattica, ricerca, capacità di autofinanziarsi, buone valutazioni degli studenti, processi formativi positivi (numero di docenti adeguato in rapporto al numero degli studenti), presenza di molti progetti assegnati dal Programma Nazionale di Ricerca. Molte le Università del Centro-Sud promosse: Roma 'Tor Vergata', l'Università di Chieti e Pescara, l'Università della Calabria, l'Università Politecnica delle Marche, l'Ateneo della Tuscia, il Politecnico di Bari e l'Università del Sannio di Benevento. Agli ultimi posti Macerata, Foggia, Palermo e Messina.
«Il 13° posto della d'Annunzio tra le università italiane non mi coglie di sorpresa. In parte lo sapevo già, in parte me lo aspettavo»; questo il commento a caldo del rettore Franco Cuccurullo raggiunto telefonicamente all'estero per un commento sulla classifica pubblicata dal Ministero riguardo gli Atenei italiani più virtuosi.
«Questi dati io li ho visti nascere in anticipo, dato che conoscevo il meccanismo attraverso il quale si arriva a decidere quale università è di eccellenza e quale no. Tradotto in finanziamenti, questo significa una buona dote premiale in più, il che di questi tempi non guasta proprio».
Avete qualche progetto per mantenere questa posizione alta di classifica?
«E' l'impegno di sempre: fare di più e meglio per la didattica e per la ricerca – conclude Cuccurullo – particolare attenzione la metteremo nella riorganizzazione dei corsi».

LA CLASSIFICA COMPLETA

1- Trento 10,69%
2- Politecnico Torino 5,22%
3- Politecnico Milano 4,14%
4- Bergamo 2,82%
5- Genova 2,52%
6- Milano-Bicocca 2,51%
7- Roma 'Foro Italiaco' 2,35%
8- Torino 2,18%
9- Udine 1,95%
10- Tuscia 1,80%
11- Milano 1,69%
12- Venezia 1,65%
13- Chieti 1,50%
14- Padova 1,37%
15- Insubria 1,36%
16- Bologna 1,33%
17- Roma 'Tor Vergata' 1,28%
18- Ferrara 1,12%
19- della Calabria 1,09%
20- Modena-Reggio Emilia 1,05%
21- Politecnica Marche 1,01%
22- Pisa 0,99%
23- Piemonte Orientale 0,79%
24- Sannio di Benevento 0,75%
25- Pavia 0,33%
26- Verona 0,31%
27- Politecnico Bari 0,26%
28- Brescia -0,39%
29- Perugia -0,56%
30- Roma Tre -0,79%
31- Parma -0,91%
32- Mediterranea di Reggio Calabria -1,06%
33- Salerno -1,06%
34- Lecce -1,16%
35- Iuav-Venezia -1,34%
36- Catanzaro -1,42%
37- Napoli -1,52%
38- Catania -1,60%
39- Bari -1,94%
40- Parthenope di Napoli -2,03%
41- Cagliari -2,08%
42- Roma 'La Sapienza' -2,11%
43- Teramo -2,17%
44- Cassino -2,21%
45- Molise -2,29%
46- Camerino -2,42%
47- L'Orientale di Napoli-2,50%
48- Seconda Università di Napoli -2,82%
49- Basilicata -2,90%
50- Sassari -2,95%
51- Messina -3%
52- Palermo -3%
53- Foggia -3%
54- Macerata -3%.


24/07/2009 17.25