Roseto, approvato a maggioranza il rendiconto di Bilancio 2008

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

511

ROSETO. Il Consiglio Comunale, nel corso della seduta di martedì 21 luglio, ha approvato con i voti della maggioranza il rendiconto di Bilancio dell’esercizio 2008.

Nella relazione introduttiva il vice sindaco e assessore al Bilancio Teresa Ginoble ha sottolineato i dati salienti ed in particolare la spesa corrente che ammonta a 19.159.258,29 euro, di cui quasi il 50% è stato assorbito dalla spesa per il personale ( 33,53%) e dalla spesa per interessi passivi.
Le opere pubbliche finanziate hanno superato i 5 milioni di euro e solo 1.071.500,00 pesano sul bilancio.
«Il Comune di Roseto è riuscito a consolidare il proprio bilancio nonostante le criticità a cui gli enti locali sono sottoposti ormai da anni – ha sottolineato il sindaco Franco Di Bonaventura – anche per via del Patto di stabilità, come anche per i ritardi degli oramai ridotti trasferimenti statali, che incidono fortemente sulla liquidità di cassa».
Nella sua relazione il vice Sindaco ha evidenziato la diminuzione del costo dei pasti mensa, sceso a 5,71 euro (nel 2007 si pagava 7,64 euro).
Un risultato ottenuto grazie alla gara europea per l'esternalizzazione del servizio che ha permesso inoltre di garantire 20 posti di lavoro a tempo indeterminato, oltre ai contratti a progetto per l'annualità 2008/2009 per gli addetti che negli anni passati avevano lavorato per l'ente nella gestione delle mense.
Buoni anche i risultati della Farmacia comunale che nel 2008 ha fatto registrare un incasso di 87.786,00 euro.
«Nel 2009 sono attesi utili per 150.000,00 euro – ha spiegato il vice Sindaco – anche in relazione all'attivazione di nuovi servizi per i cittadini come il CUP e la consegna a domicilio dei farmaci.
Sull'avanzo di bilancio pari a 23.921,72 euro, il vice Sindaco ha parlato di situazione fisiologica, a testimonianza del fatto che l'amministrazione comunale ha impiegato tutte le risorse disponibili sia nella gestione di competenza sia nella gestione dei residui».

23/07/2009 8.10