Ricongiungimento Parchi: consegnati i lavori a Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1120

TERAMO. Al termine, un percorso ciclo-pedonale che circonderà l’intera città. * BRUCCHI INCONTRA I VIGILI URBANI: «VIGILARE CON BUON SENSO»

Sono stati riconsegnati i lavori per la realizzazione del ricongiungimento tra il Lungofiume Tordino e il Parco Fluviale del Vezzola, intervento che concluderà l'anello ciclo-pedonale che cinge la cinta urbana di Teramo.
Il progetto, redatto dagli architetti Serafino De Sanctis e Patrizia Fulgenzi e appaltato alla ditta Alfredo La Posta di Sora (Fr), è giunto al suo lotto conclusivo, con un intervento di 300.000 euro, i quali integrano l'importo di 1 milione di euro necessario per l'intera opera.
L'opera, nella sua generalità, è mirata al recupero dei valori ambientali della città (lungofiumi, fascia collinare, memorie e preesistenze storiche), con la contestuale realizzazione del tracciato di raccordo a nord-ovest dei parchi fluviali cittadini.
In particolare, il progetto prevede il prolungamento del tracciato già esistente lungo la sponda del Vezzola, che lambendo ancora per un tratto l'ambito fluviale e risalendo poi per una strada comunale in disuso che si riallaccia a Viale Bovio, prosegue verso il boschetto attraversando i quartieri di Terracalata, Castello, Fonte Baiano e Piano Solare.
Quindi, il tracciato torna a scendere gradatamente di livello fino a ricollegarsi alla pista ciclabile del Tordino.
Nella scelta del percorso, si è voluto privilegiare il riutilizzo di vecchi sentieri e recuperare tratti di strade comunali da tempo in disuso, dando inizio alla sistemazione di alcuni beni dell'Ente.
In particolare, i lavori ora riconsegnati prevedono la realizzazione di un'area attrezzata per “ agility dog” nelle vicinanze del parcheggio di S. Gabriele; il risanamento statico della casa cantoniera dislocata nell'area “del boschetto”; la realizzazione di un percorso-vita attrezzato all'interno dello stesso boschetto;
Il percorso ciclo-pedonale che sarà disponibile alla fine dei lavori avrà la sua nervatura nel Lungofiume Tordino e del Parco Fluviale del Vezzola cui si uniscono i tratti ricavati ad est e ad ovest della città, per un totale di più di 10 chilometri di lunghezza.
L'area per i cani sarà uno spazio dove condurre gli animali e liberarli entro uno spazio protetto da una recinzione in rete metallica, usufruendo delle aree di sosta con sedute, fontanelle e vasche di abbeveramento; oltre ciò, all'interno della stessa sarà realizzato un campo di addestramento.
«Finalmente si completa l'anello ciclopedonale attorno alla cinta urbana con il recupero di aree e di edifici pericolosamente degradati», ha commentato soddisfatto il sindaco Maurizio Brucchi.
«Il tutto nel quadro indicato nel programma elettorale; in particolare si dà luogo, così, al progetto di anello verde di Teramo che prevede il completamento dei percorsi pedonali e ciclabili del Parco Fluviale e che ha come obiettivo la realizzazione di un circuito che darà un contributo al miglioramento della qualità della vita, puntando sul verde come agente della salubrità urbana, e che farà anche riscoprire una parte del deposito di natura e cultura custodito nel territorio».
«Il lavoro dei progettisti, dei tecnici comunali e della ditta incaricata», ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici, Giorgio Di Giovangiacomo, «è già stato sviluppato con positivi risultati. Ora la riconsegna dei lavori, resasi necessaria dopo una revisione del progetto dovuta ad alcune criticità causate da recenti fenomeni atmosferici, consente di portare a conclusione l'opera, molto attesa e dalle grandi prospettive».


22/07/2009 16.03
[pagebreak]

* BRUCCHI INCONTRA I VIGILI URBANI: «VIGILARE CON BUON SENSO»


TERAMO. Nei giorni scorsi, il sindaco Maurizio Brucchi, si è recato presso la sede della Polizia Municipale in piazzale San Francesco, per portare il saluto ai Vigili Urbani.
Accolto dal comandante, il tenente Adalberto Di Giustino e dai vigili, il sindaco ha dato luogo ad un incontro che si è poi sviluppato in un confronto aperto e fattivo, nel corso del quale sono state poste sul tavolo le attese e le indicazioni dell'amministrazione e le problematiche rappresentate dai Vigili stessi.
Il sindaco ha avuto innanzitutto modo di illustrare la propria volontà in relazione ai compiti, alle funzioni, all'attività dei Vigili, partendo dalla considerazione che intende il loro ruolo come quello di principale elemento di contatto tra Comune e Cittadini.
In questa ottica, secondo il sindaco, «l'attività della Polizia Municipale deve essere innanzitutto formativa, di prevenzione e di supporto, prima che repressiva o punitiva».
Brucchi ha raccomandato ai Vigili Urbani di applicare con «buon senso» le regole che determinano la convivenza civile, indicando loro di prestare particolare cura nella gestione del traffico e delle ZTL, in considerazione del disegno di una città più vivibile.
I Vigili Urbani hanno poi potuto illustrare al sindaco le principali problematiche del settore, aprendo un confronto dal quale sono emerse indicazioni reciproche ben precise.
Proprio per monitorare costantemente la situazione, per volontà dello stesso sindaco Brucchi, periodicamente si terranno altri incontri tra amministrazione e Corpo di Polizia Municipale, sempre nell'ottica di puntualizzare e verificare da un lato l'attività e dall'altro le necessità.

22/07/2009 16.03