Ingegneri a Congresso: «Sicurezza come sviluppo economico»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

988

MONTESILVANO. Si apre domani,22 luglio, l’assise congressuale di Pescara che proseguirà fino al 24 luglio.
Una tre giorni che affronterà temi caldi, come quello della sicurezza per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma o la riforma delle professioni.
E per la prima giornata c'è attesa per l'intervento del Ministro Fitto.

E' tutto pronto per il 54esimo Congresso Nazionale degli Ingegneri.
Fino a venerdì presso il Palacongressi di Montesilavano protezione civile, mondo accademico, scienziati e naturalmente ingegneri provenienti da tutta Italia si incontreranno per discutere sul tema “Sicurezza e Sviluppo: il ruolo centrale degli ingegneri”.
E', infatti, questo il titolo del congresso che prevede un programma ricco di ospiti, approfondimenti e confronti.
«Sarà la sicurezza l'argomento principe, intesa a 360 gradi, senza trascurare – è inevitabile – quella che riguarda la ristrutturazione e la ricostruzione delle zone coinvolte nel terremoto d'Abruzzo», chiariscono gli organizzatori, «il tutto filtrato attraverso un fil rouge, quello della centralità del ruolo giocato dagli ingegneri».
Grande attesa per la giornata di domani: dopo l'apertura dei lavori prevista intorno alle 9,30 con l'intervento del presidente dell'Ordine degli ingegneri di Pescara, Antonio Bellizzotti, e del presidente nazionale degli ingegneri, Paolo Stefanelli, verrà presentata da Gian Maria Fara, presidente nazionale dell'Eurispes la ricerca su “La prevenzione e la sicurezza come fattori di crescita economica”.
All'assise prenderanno parte gli ingegneri provenienti da 100 ordini provinciali di tutta Italia.
E per domani il primo contributo a livello istituzionale sarà dato dall'intervento del Ministro agli Affari Regionali, Raffaele Fitto.

21/07/2009 14.52