Pineto. Cittadini denunciano inquinamento di mare e fiume

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1887

PINETO. Peggiora la situazione ambientale e dell'inquinamento nelle acque marine e fluviali della costa abruzzese ed in particolar modo in quella di Pineto.
È l'allarme lanciato dai cittadini residenti nel centro teramano ed alcuni turisti abituali membri del comitato Via Liguria.
Lo stesso, da ormai tre anni e per le stesse motivazioni, è in forte agitazione ed ha organizzato per mercoledì 19 agosto un evento pubblico alla “Pineta Catucci” ingresso nord in via Piemonte a partire dalle 10.30.
All'incontro sono stati invitati il presidente della regione Abruzzo Gianni Chiodi, il sindaco di Pineto Luciano Monticelli, il presidente di Legambiente Abruzzo Angelo Di Matteo ed il presidente WWF Abruzzo Camilla Cristante.
Favorevoli all'iniziativa Alessio Di Carlo, presidente di Abruzzo Liberale che già l'anno scorso si è schierato con forza al fianco del comitato Via Liguria e soprattutto il primo cittadino pinetese Luciano Monticelli, che negli ultimi anni ha denunciato anche a livello giudiziario le presunte cause dell'inquinamento.
«Riteniamo gravissimo che nonostante la probabile istituzione del “Parco Marino” il mare di Pineto sia fortemente più inquinato dell'anno scorso» – denuncia Andrea Bernaudo, presidente del comitato Via Liguria – «Anche la situazione del fiume Vomano non è affatto migliorata nonostante le denunce pubbliche e legali da parte nostra e del sindaco Monticelli. Vogliamo l'individuazione delle responsabilità e subito risposte e soluzioni».
Altrettanto grave, in conclusione, è la situazione dell'erosione delle spiagge: «in inverno le mareggiate hanno quasi lambito le abitazioni vicino la zona della Pineta Cantucci non rendendo più rinviabile un drastico e risolutivo provvedimento».

21/07/2009 11.19