Affitti case: in arrivo l’assegno del Comune per i meno abbienti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

870

PESCARA. In arrivo un sostegno economico per il pagamento dei canoni di affitto a quelle famiglie pescaresi che stentano ad arrivare a fine mese.


È l'aiuto assicurato dall'amministrazione comunale di centrodestra che ha dato il via libera alla pubblicazione dell'avviso per l'accesso ai contributi per i canoni di locazione dell'anno 2008: le domande potranno essere presentate in Municipio entro il prossimo 11 agosto con la relativa documentazione attestante anche il reddito del richiedente.
«Non mancheranno i controlli a campione dell'amministrazione per verificare la veridicità delle dichiarazioni», ha spiegato il neo assessore alla Politica della Casa Isabella Del Trecco.
Il sostegno dell'amministrazione comunale sarà commisurato al reddito delle famiglie, «una misura di solidarietà che andremo a incrementare nei prossimi anni attraverso un bilancio più attento al sociale», ha assicurato Del Trecco.
Potranno partecipare al bando di gara tutti i cittadini residenti a Pescara, italiani ed extrcomunitari, purché quest'ultimi abbiano il permesso di soggiorno e siano iscritti all'ufficio di collocamento o esercitino un'attività di lavoro subordinata o autonoma. I richiedenti, inoltre, tra gli altri requisiti, dovranno essere anche titolari di un contratto di affitto per l'anno 2008, avere la residenza anagrafica presso l'alloggio in locazione ed avere un reddito annuo non superiore al limite per l'accesso alle abitazioni di Edilizia Residenziale Pubblica, pari a 12.923,82 euro.
«Il contributo – ha proseguito l'assessore Del Trecco – sarà erogato direttamente dal Comune di Pescara in un'unica soluzione e andrà da un massimo di 3 mila euro circa a un minimo di 2 mila e 300 euro».
Una volta chiusi i termini per l'invio delle richieste il Servizio Politica della Casa procederà all'istruttoria delle domande, verificandone la completezza. L'elenco dei beneficiari del bando verrà approvato «nella massima trasparenza» dal Dirigente del Settore Servizi alla Persona e sarà pubblicato all'Albo Pretorio del Comune per 15 giorni, per consentire ai cittadini di prenderne visione ed eventualmente proporre ricorso allo stesso Dirigente.

16/07/2009 11.02