Bucchianico, il revisore unico chiama la Corte dei Conti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3566

IL CASO. BUCCHIANICO. Una segnalazione alla Corte dei Conti da parte del Revisore unico del Comune di Bucchianico: sotto la lente di ingrandimento alcune consulenze.
Non sarebbero conformi alle norme amministrative sia la determina con cui l'architetto Eliodoro Mucilli – responsabile dell'area tecnica comunale - ha nominato l'ingegnere Peppino Grosso, consulente per le opere pubbliche del Comune, sia lo svolgimento di questo incarico di «alta specializzazione».
La richiesta alla Corte è di accertare se questa determina del gennaio 2007 è rispettosa delle regole o se ha prodotto un danno erariale.
La vicenda mette in cattiva luce l'intero operato della vecchia Giunta di Mario Di Paolo, da poco riconfermato sindaco, che all'ingegnere Grosso ha delegato tutti i lavori pubblici realizzati e all'architetto Mucilli ha affidato la gestione di molte pratiche delicate dell'Ufficio tecnico e non ultimo l'atto di acquisto del Palazzo di San Camillo.
In realtà voci dissenzienti e critiche dell'operato dei due tecnici di fiducia del sindaco c'erano già state, ma erano rimaste nell'ambito di Bucchianico.
Ora, però, il tiro si sposta sulla Corte dei Conti, una grana imprevista per il sindaco in predicato di essere nominato assessore della nuova giunta provinciale Di Giuseppantonio.
A parere del professor Andrea Ziruolo, che si è dimesso dall'incarico di Revisore, non ci sarebbe stata «una volontà elusiva da parte dell'amministrazione comunale, ma un'eccessiva superficialità ed impreparazione tecnico-giuridica dell'arch. Eliodoro Mucilli nella gestione dell'incarico». Scrive tutto in un esposto che ha inviato a L'Aquila.
Sembra, infatti, che sull'argomento l'architetto non abbia consultato la segretaria comunale.
L'incarico a Grosso, che scadeva al 30 giugno scorso e che è stato rinnovato fino a dicembre prossimo, contiene - secondo quanto riportato nella segnalazione alla Corte dei conti - alcune criticità: la prima è la sovrapposizione delle competenze tecniche tra l'ingegnere nominato e l'architetto in servizio, con una evidente e dannosa duplicazione dei costi.
La seconda criticità, secondo il documento firmato da Ziruolo, si ravvisa nel fatto che secondo il contratto l'ing. Grosso si impegnava a svolgere tutta la progettazione del Comune di Bucchianico, la cui complessità è classificabile come “media”.
Non solo è impossibile definire con certezza i confini di una progettazione “media”, sostiene il Revisore dei conti, ma il Comune riconosce – cioè paga, visto che ci sono le fatture emesse per compensi professionali – come ulteriori prestazioni tutto quello che è al di fuori di questa media complessità.
Il che significa un «appalto tacito» dell'intero servizio, senza alcuna procedura di evidenza pubblica.
Non basta: dalle stesse fatture pagate emerge che l'ingegnere nominato temporaneamente ha svolto funzioni proprie del Responsabile tecnico del procedimento che possono essere svolte solo da un dipendente pubblico e non da un consulente.
Insomma un possibile danno per le casse del Comune, ma anche un colpo certo per l'immagine del sindaco Di Paolo appena riconfermato nella carica e che potrebbe non apparire più come un amministratore oculato e quindi possibile assessore provinciale.
Sarà ora la Corte dei Conti a pronunciarsi e verificare se le accuse mosse possono aver violato norme e danneggiato l'ente.

Sebastiano Calella 07/07/2009 9.36

ZIRUOLO: NON SONO IO LA FONTE

Il dibattito si infervora, la notizia come spesso accade provoca diverse reazioni, nonostante la cosa fosse di dominio pubblico da diversi giorni.
Così il professor Ziruolo con una nota ci tiene a far presente che non è lui la fonte della notizia (così come infatti si poteva evincere dall'articolo).
La notizia trae spunto dall'esposto firmato dal professore ed inviato alla Corte dei Conti per cui anche la precisazione di Ziruolo circa il fatto di non aver rilasciato dichiarazioni corrisponde al vero.
Così come del resto tutta la notizia.

17.40 07/07/2009