Pineto, Monticelli vara la nuova giunta: «premiati dai cittadini»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1041

PINETO. E’ stata presentata questa mattina a Villa Filiani la nuova giunta comunale di Pineto, capitanata dal sindaco Luciano Monticelli.


Tre donne e quattro uomini, qualche conferma rispetto al passato e novità definite "interessanti".
«In campagna elettorale», ha ricordato il primo cittadino, «siamo stati attaccati, hanno gettato fango su di noi, ci hanno accusato di aver creato un debito enorme alle casse comunali. I cittadini invece hanno premiato il lavoro di questa amministrazione».
I nuovi ingressi, sono Alberto Dell'Orletta, Guerino Martella, Tiziana Di Tecco (assente questa mattina perchè all'estero) e Cleto Pallini.
Le conferme sono quelle di Nerina Alonzo, Filippo D'Agostino ed Ida Nardi.
Ciascun partito che ha appoggiato la candidatura di Monticelli con la lista Pineto Democratica ha quindi la sua rappresentanza in giunta.
Questo comunque il quadro completo del nuovo esecutivo al Comune di Pineto: sindaco Luciano Monticelli (Partito Democratico), deleghe alla Sanità, Polizia Municipale, Programmi Complessi e Promozione della Pace; Vice Sindaco Cleto Pallini (Partito Democratico), deleghe all'Ecologia, Difesa della Costa e Demanio; Filippo D'Agostino (Udc), assessore con deleghe al Commercio, Turismo, Cultura, Eventi, Informatizzazione; Alberto Dell'Orletta (Idv), assessore con deleghe alla Trasparenza, Sport, Gestione e Valorizzazione del Patrimonio, Attività Produttive; Guerino Martella (Pd), assessore con deleghe alla Ragioneria, Finanze e Personale; Ida Nardi (Prc), assessore con deleghe all'Urbanistica, Agricoltura, Democrazia Partecipata; Nerina Alonzo (Pd), assessore con deleghe ai Lavori Pubblici e Ambiente; Tiziana Di Tecco (Pdci), assessore con deleghe alle Politiche Sociali, Pubblica Istruzione, Politiche del Lavoro.
«Varare la giunta non è stato per nulla una cosa semplice - ha spiegato il sindaco Monticelli - abbiamo dovuto analizzare il dato delle elezioni e far fronte anche alle esigenze dei vari partiti che avevano avanzato determinate richieste. Alla fine abbiamo trovato i giusti equilibri. Adesso e' il momento di rimboccarsi le maniche e di portare avanti il programma che abbiamo presentato ai nostri elettori».
25/06/2009 16.20