Estorsione, condannati tre giovani di San Salvo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1405



SAN SALVO. Il 3 febbraio scorso erano stati colti sul fatto mentre ricevevano da una tabaccaia di San Salvo una busta con 500 euro, la somma di denaro chiesta con le minacce alla commerciante.
Per quel reato di concorso in estorsione tre giovani di San Salvo sono stati ora riconosciuti colpevoli in primo grado dal Tribunale di Vasto.
Si tratta di Michele Tiberio, 25 anni e Daniele Di Nardo, 28 anni, condannati entrambi a 4 anni e 8 mesi di reclusione e di Gianluca Tiberio, 26 anni, fratello di Michele, che dovrà scontare una pena di 3 anni e 6 mesi.
La vicenda fu segnata dalle polemiche perchè due dei tre giovani, dopo l'arresto in flagranza di reato, furono subito scarcerati.
La tabaccaia di San Salvo, che aveva trovato sotto la porta del negozio una minacciosa lettera e l'invito a consegnare il denaro per evitare guai seri, aveva raccontato tutto ai carabinieri che organizzarono il blitz al momento della consegna dei soldi.
La donna, dopo la chiusura del negozio, raggiunse il luogo indicato e lasciò la busta contenente il denaro.
Poco dopo, sul posto arrivarono i tre giovani, a bordo di un'Alfa 164.
Dopo aver verificato che nessuno potesse vederli, uno dei prese la busta ma in quel momento scattarono le manette.

13/06/2009 11.38

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=19015]LA NOTIZIA DELL'ARRESTO[/url]