Inchiesta Scafa:gli arrestati respingono le accuse e chiedono di uscire

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2528

ARRESTI ALLA ASL DI SCAFA. PESCARA. Hanno negato ogni addebito il responsabile del distretto sanitario di Scafa, Riccardo Alderighi, la moglie, Fabrizia Di Domenico, la segretaria, Nadia Nubile, ed il presidente della tredicesima commissione d'invalidità, Fulvio De Arcangelis.
I quattro sono finiti ai domiciliari la settimana scorsa nell'ambito di un'inchiesta della procura di Pescara sull'attività del distretto ed in particolare su vicende riguardanti riconoscimenti di invalidità civile, distrazione di personale della asl e presunti appalti truccati.
Gli indagati sono stati ascoltati ieri dal gip Luca De Ninis.
Alderighi, in oltre due ore e mezza di interrogatorio, assistito dagli avvocati Sergio Della Rocca e Giuliano Milia ha fornito spiegazioni e giustificazioni sugli episodi che gli vengono contestati.
Anche la moglie ha risposto alle domande del giudice, rigettando le accuse a suo carico.
D'Arcangelis, da parte sua, ha rilasciato dichiarazioni in generale sulle varie vicende, riservandosi di parlarne più dettagliattamente una volta conosciuti gli atti dell'inchiesta.
Per quanto riguarda la segretaria di Alderighi, ha presentato al gip anche prove documentali per dimostrare la sua totale estraneità all'accusa di corruzione.
La donna ha riferito di non aver mai accettato, come gli viene contestato nell'ordinanza, una regalia di 50 euro da una persona che voleva esprimere la sua gratitudine per il riconoscimento dell'invalidità richiesta e la cui pratica sarebbe stata da lei sponsorizzata.
La Nubile ha aggiunto di aver addirittura restituito per posta i soldi che quella persona, nonostante il suo rifiuto, le aveva voluto lasciare.
L'episodio tuttavia era già considerato di secondo piano e non costituisce fondamento della misura cautelare così come già chiarito dal gip nella ordinanza. Già inquella occasione quell'episodio non veniva reputato fondamentale ed anche non sufficientemente provato.
I legali di tutti e quattro gli arrestati, al termine degli interrogatori, hanno presentato istanza di revoca della misura cautelare.
09/06/2009 11.00

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=ARRESTI+ALLA+ASL+DI+SCAFA&andor=exact&submit=Cerca&action=results&id=973d5b2b6592834e065cea3ef3e5e81e]TUTTO SULLO SCANDALO DELLA ASL DI SCAFA[/url]