Europee: polizia Sulmona acquisisce schede riconsegnate

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

967

SULMONA. La squadra informativa del Comissariato di Sulmona, su iniziativa del vice questore Egidio Labbro Francia, ha disposto l'acquisizione ai fini della custodia dei certificati elettorali riconsegnati da cittadini e commercianti di Sulmona tra venerdi' e sabato.


La protesta, organizzata da comitati promotori civici e di commercianti, e' tesa a sensibilizzare le istituzioni sulla grave crisi economica che sta interessando la Valle Peligna.
«Abbiamo ritenuto di operare in tal senso – ha poi spiegato il vice questore a capo del Commissariato di Sulmona - per evitare che documenti personali potessero rimanere incustoditi, quando uno degli organizzatori ci ha riferito che all'ufficio elettorale del Comune non potevano ritirare i certificati per motivi in corso di chiarimento».
I documenti acquisiti contenuti nelle due urne sono 224: «siamo in contatto con il comune di Sulmona – ha detto il dirigente - per decidere la riconsegna all'ufficio competente».
Il numero dei certificati raccolti che attualmente si trovano al Commissariato, stando alle dichiarazioni di alcuni organizzatori, era invece superiore ai 1000.
Intanto la Polizia ha inoltrato un'informativa alla Procura della Repubblica di Sulmona «affinchè – ha concluso il vice questore Labbro Francia - venga valutata la vicenda sotto l'aspetto normativo per l'eventuale ravvisamento di comportamenti perseguibili a norma di legge».
L'art. 98 del DPR n. 361/57, infatti, tratta la materia in ordine a quanto sia lecito o non lecito compiere al fine di indirizzare gli elettori chiamati al voto, o anche di distoglierli dal voto.

08/06/2009 11.17