Dopo la protesta iniziati i lavori alla biblioteca della D’Annunzio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1459

Dopo la protesta iniziati i lavori alla biblioteca della D’Annunzio
CHIETI. Sono finalmente al lavoro gli operai all'Università, a due mesi dal terremoto e dalle lesioni riscontrate sulle pareti della Biblioteca interfacoltà Ettore Paratore, Facoltà di Lettere della d'Annunzio.

Dopo la protesta degli studenti e l'occupazione pacifica e simbolica della parte temporaneamente chiusa ad opera degli universitari della Lista 360 gradi, finalmente sono apparse le impalcature per sanare almeno le infiltrazioni d'acqua dal tetto.
Il soffitto della biblioteca è infatti in cartongesso e il mancato tempestivo intervento, a cura della Fondazione, ha reso indispensabile la chiusura cautelativa dei locali, con i disagi che gli studenti hanno denunciato.
La direttrice della Biblioteca ieri mattina era più sollevata, così come il personale, visto l'inizio dei lavori.
In effetti i Vigili del fuoco, in un sopralluogo subito dopo il terremoto, avevano accertato che le lesioni riguardavano solo i tramezzi in mattoni e non le travi ed i pilastri portanti.
Chiamati anche successivamente, gli stessi Vigili avevano confermato l'esiguità delle lesioni.
Problema dunque in via di soluzione, anche se la chiusura imprevista ha rimesso sul tappeto gli annosi problemi della struttura che non riesce a decollare, secondo gli studenti, per il disinteresse dei vertici della d'Annunzio e nonostante l'impegno di chi ci lavora.
Ma per un lavoro che inizia, altri sono ancora in arretrato. Sull'esterno della palazzina di Lettere è venuta giù una parte della copertura in mattoni che rischia di trascinare anche il resto della parete. Anche qui, senza aspettare manifestazioni ed occupazioni, un intervento non guasterebbe.
S.C. 06/06/2009 9.09