Tentano di acquistare 1.500 euro di vestiti con carte clonate. 2 arresti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

933

MONTESILVANO. I carabinieri di Montesilvano hanno arrestato due nigeriani che hanno tentato di acquistare dell’abbigliamento per 1.500 euro pagando con una carta di credito clonata e presentando documenti falsi.


Quando i carabinieri sono arrivati sul posto i nigeriani hanno capito che non c'era nulla da fare. Però hanno tentato di fuggire correndo a piedi per le vie limitrofe.
Un carabiniere dopo aver percorso alcune centinaia di metri senza riuscire a raggiungere il malvivente, ha bloccato un motociclista ed salito sul sedile passeggero.
Insieme al proprietario della moto ha raggiunto il nordafricano e lo ha fermato dopo una breve colluttazione.
Un altro militare, intanto, era riuscito a fermare il complice, ricevendo gli applausi dei cittadini che avevano assistito alla scena.
I due stranieri si chiamano David Oladosu, 32enne e Abimbola Delabu, 42enne. Sono risultati aver pagato la merce con una carta di credito, tipo gold, che risultava essere stata rubata in Australia e presentando in abbinamento, per identificarsi, una patente di guida rilasciata nel Regno Unito risultata falsa.
Durante la perquisizione personale sono state rinvenute altre tre carte di credito, una serie di codici verosimilmente riferite a carte clonate e un passaporto brasiliano risultato anch'esso falso.
Tra l'altro i primi accertamenti hanno permesso di verificare che il giorno prima, a breve distanza, avevano già truffato un altro negoziante con le medesime modalità effettuando anche in questo caso un cospicuo acquisto. Sono in corso accertamenti per verificare altri casi di truffe.
Pertanto, i due stranieri sono stati arresti per violazione della normativa delle transazioni telematiche allo scopo prevenire fenomeni di riciclaggio, tentata truffa aggravata in concorso, uso di atto falso valido per l'espatrio, e resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

29/05/2009 11.18