Hotel Panoramic, dopo sette mesi un nuovo sequestro. 4 avvisi di garanzia

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1086

VASTO. Dopo quasi sette mesi nuovo sequestro per l'ex Hotel Panoramic di via Smargiassi, nei pressi della villa comunale, demolito per far posto ad un elegante residence. 4 indagati, tra questi anche un ex dirigente del Comune.

La Procura della Repubblica contesta un presunto abuso edilizio e questo pomeriggio i carabinieri hanno apposto i sigilli al cantiere.
L'ultimo sequestro c'era stato a novembre dello scorso anno. Questo pomeriggio sono stati notificati gli avvisi di garanzia a quattro persone: si tratta di N.V., 61 anni, di Mafalda (Campobasso), legale rappresentante della Buysell, società titolare dell'immobile, C.T. 58 anni di San Salvo, direttore dei lavori, D.M., 42 anni, di Vasto, rappresentante della ditta esecutrice dei lavori e a M.D., 57 anni, di Vasto, ex dirigente l'ufficio urbanistica del Comune di Vasto.
La procura, ipotizza il mancato rispetto del permesso a costruire rilasciato dai competenti uffici, posto che, in base alle autorizzazioni, l'hotel doveva essere ristrutturato e non demolito, come poi e' avvenuto.
Sarebbero così cambiate sagoma e volumetria, dando vita, di fatto, ad una nuova costruzione.
Lo scorso anno i sigilli erano già stati messi al cantiere, ma successivamente rimossi, sulla scorta di un altro intervento della magistratura.
Dopo il ricorso della Buysell, il cantiere era stato dissequestrato.
Secondo la tesi della pubblica accusa, anche in quel caso la licenza edilizia sarebbe stata rilasciata in violazione della normativa di riferimento contenuta nel Prg e in assenza del nulla osta della Soprintendenza, nulla osta necessario in quanto l'area era sottoposta a vincolo di salvaguardia.
Infatti, nel sottosuolo sarebbe ancora presente la struttura dell'antico acquedotto romano delle Luci. Da oltre un anno e mezzo i carabinieri, coordinati dal capitano Giuseppe Loschiavo, stanno indagando su di una serie di abusi in materia di urbanistica che sarebbero stati commessi a Vasto.
La scelta di abbattere l'Hotel Panoramic e di realizzare sull'area un residence era stata oggetto di un'animata polemica ed aveva dato vita a pubbliche denunce.
La società finanziaria, negli anni scorsi, aveva acquistato l'Hotel per due milioni di euro e, sulla scorta di pareri tecnici, aveva giustificato la demolizione del manufatto per problemi di stabilità dell'edificio, godendo anche di un aumento di cubatura disposto dalla precedente giunta municipale.

28/05/2009 8.27