Assunzioni dell’ultim’ora in Provincia. Coletti:«solo polemiche sterili»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2113

CHIETI. «Tommaso Coletti continua nella sua politica clientelare di assunzioni e di creazione di precariato: 3 contratti a tempo indeterminato e 14 nuovi precari creati negli ultimi giorni».
Lo denuncia il segretario regionale dell'Udc, Antonio Menna e ogni giorno la campagna elettorale per la presidente della Provincia di Chieti, tra centrodestra e centrosinistra, è sempre più acceso.
«Coletti la smetta di utilizzare in maniera clientelare il denaro pubblico, altrimenti saremo costretti a rivolgerci alla magistratura contabile»: così il segretario regionale dell'Udc, Antonio Menna, ieri mattina ha ammonito il presidente della Provincia nel corso di un tour elettorale con l'onorevole Mario Tassone.
Quello che ha fatto infuriare Menna è stata l'assunzione, «mediante concorso, di due unità e, non pago di questo provvedimento dell'ultim'ora, ha proceduto all'assunzione del terzo in graduatoria grazie ad un pensionamento e ha fatto un contratto a tempo determinato agli altri 14 partecipanti alla selezione. Ciò che è sconcertante è che questi 14 contratti sono di durata triennale ma Coletti ha iscritto in bilancio le somme necessarie alla copertura di questo nuovo impegno solo per il corrente anno».
Una manovra elettorale fine a se stessa?
«Invece di pensare alla stabilizzazione dei precari», continua Menna inviperito, «Coletti utilizza il denaro ancora una volta per crearsi clientele prima del voto del 6 e 7 giugno: è un uso immorale del proprio incarico amministrativo, che presto gli elettori gli toglieranno. Di fronte a questo utilizzo assolutamente disinvolto delle risorse pubbliche, ci riserviamo la possibilità di interessare la Corte dei Conti».

28/05/2009 8.26

COLETTI:«GLI AVVERSARI STANNO A ZERO SULLE PROPOSTE FATTIVE»

«Apprendo con rinnovata sorpresa e, non nascondo, con una punta di rattristamento per la nostra gente, che il centrodestra locale, questa volta per bocca di Antonio Menna segretario regionale dell'UDC, pur guardando ormai tutti al volgere di questa campagna elettorale, continua a cercare consensi non con proposte fattive e concrete che riguardino il territorio ma solo attraverso attacchi esclusivamente demagogici e oltretutto infondati alla mia amministrazione».
Sono queste le parole di Tommaso Coletti Presidente uscente della Provincia di Chieti e ricandidato per la coalizione di centrosinistra alla guida dello stesso ente, all'indomani della divulgazione delle polemiche della parte avversaria sulla presunta irregolarità di alcune assunzioni fatte in Provincia da Coletti stesso.
«Le assunzioni a cui si riferisce Menna –continua ancora il presidente- sono la regolare conseguenza di un altrettanto regolare procedura concorsuale da questo Ente portata a conclusione rispettando tutte le regole della trasparenza previste dalla legge. Piuttosto –controbatte con Forza Coletti- il consigliere regionale Menna, da cui qualora lo ritenessi avrei solo da imparare in materia di politica clientelare, si concentrasse proprio oggi sulle procedure seguite dall'amministrazione regionale che con un colpo veloce ha stabilizzato un gran numero di precari. Ad ogni modo, ritengo di non dovermi dilungare oltre ad alimentare una polemica sterile e dal carattere –ripeto- solo esclusivamente demagogico che nulla apporta di positivo al benessere dei cittadini».

28/05/2009 14.12