Nuova inaugurazione per il Parco del Convento: Prc: «altri soldi buttati»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1233

SPOLTORE. Domani alle ore 11,00 sarà inaugurato il Parco del Convento a Spoltore dopo che l’anno scorso fu chiuso da un’ordinanza del Giudice.

Il parco, infatti, venne dichiarato pericoloso per la salute dei cittadini in quanto realizzato con traversine impregnate al creosoto, sostanza altamente cancerogena di cui la normativa vigente, e non solo, ne vieta l'utilizzo in luoghi pubblici.
Nei giorni scorsi è stato disposto il dissequestro e la riapertura del Parco sarà possibile grazie alla bonifica delle traversine.
«Questa operazione è costata al Comune ben 60 mila euro oltre quelli spesi per la sua realizzazione», tuona Pina Pagliuca, segretaria del circolo del Prc di Spoltore.
«Chi ha pagato la bonifica del Parco? Sono stati individuati i responsabili del madornale errore che ha costretto il Comune, e quindi la cittadinanza, a sborsare ulteriori somme di denaro?»
Rifondazione ricorda infatti che «nonostante il Comune fosse stato da noi avvertito in tempi utili della pericolosità dell'intervento della ristrutturazione del Parco, i lavori proseguirono incuranti dell'avvertimento».
E per la Pagliuca «ci vuole un bel coraggio ad inaugurare il Parco degli sprechi utilizzando altri soldi della comunità per pubblicizzare l'evento, attraverso manifesti affissi in tutta la città, soldi che potevano essere risparmiati. Lo si poteva fare almeno in dignitoso silenzio, chiedendo scusa ai cittadini per l'errore commesso e per lo spreco di denaro pubblico causato. Invece, una parte politica che governa la nostra città ha preferito farlo in pompa magna, e guarda caso, in piena campagna elettorale, strumentalizzando l'evento».
27/05/2009 10.39