Droga, arrestato nel fine settimana pusher di Mozzagrogna

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1840

LANCIANO. Continuano le operazioni antidroga dei carabinieri di Lanciano che lavorano a braccetto con l’unità cinofila del comando provinciale di Chieti e con lo splendido esemplare di labrador di nome Black.


Tre ragazzi minorenni, tutti studenti di Lanciano, sono stati trovati in possesso di hashish: di questi, due sono stati segnalati quali assuntori, il terzo, U.M., 17enne, invece, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in quanto, in seguito a perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 12,5 grammi di hashish. Il ragazzo si trova, ora, agli arresti domiciliari.
Durante la notte tra sabato e domenica, poi, nell'effettuare un controllo i militari del Nucleo Operativo hanno visto un passaggio di stupefacente tra S.I., nato a Lanciano, 21enne, per questo segnalato quale assuntore, e Massimo Adriani, 39enne nativo di Lanciano ma residente a Mozzagrogna.
L'uomo è stato arrestato e nella sua abitazione sono stati trovati 50 grammi di hashish, due bilancini di precisione (uno elettronico e uno manuale), buste utilizzate per il confezionamento ed una confezione di mannitolo, solitamente impiegato per il taglio della cocaina.
Dopo l'arresto le ricerche non si sono concluse: infatti, ciò che non convinceva i militari del Norm è proprio la presenza del mannitolo e di piccole tracce di cocaina sui bilancini.
Per questo, stamattina è stato richiesto ancora una volta l'intervento dell'unità cinofila di Chieti che, giunta tempestivamente sul posto con Omex, investigatore a quattro zampe, ha potuto rinvenire all'interno di una vecchia stufa e nascoste tra la cenere due piccole confezioni di cocaina, dal peso complessivo di 10 grammi, e di tre piantine di marijuana, il tutto sottoposto a sequestro.


25/05/2009 10.19