Omicidio Rossi, dopo 11 anni trovato l’assassino dell’imprenditore abruzzese

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1260

TIRANA. E’ stato arrestato a Tirana Flamur Hida, l'uomo che nel 1998 uccise in un quartiere periferico di Tirana il giovane imprenditore italiano Stefano Rossi.



La notizia è stata data dalla polizia della capitale albanese.
Rossi, che aveva 24 anni e era originario di Mosciano Sant' Angelo, provincia di Teramo, era titolare di un calzaturificio a Tirana e di un altro a Mosciano, gestito con i genitori e altri due fratelli.
Il giorno dell'agguato era stato alla Banca Italo - Albanese di piazza Skanderberg per prelevare i soldi per gli stipendi dei suoi 70 operai operai.
Alle 11.30 di mattina un commando di rapinatori: due, forse quattro uomini vestiti con divise militari, che lo aspettavano prima dell'ultima curva davanti alla sua azienda, la Niki Shoes.
Gli hanno sparato attraverso i finestrini dell'auto, da sinistra e anche da destra.
Un proiettile gli e' entrato nella nuca ed e' uscito dalla fronte, sfigurandolo e uccidendolo sul colpo. I banditi hanno afferrato il bottino che sapevano si trovava a bordo: una borsa di plastica con dentro l'equivalente di 20 milioni di lire, cioè gli stipendi per i suoi 70 operai che aveva appena ritirato.
All'epoca la polizia albanese fermò quattro persone sospettate di fare parte della banda che aveva aggredito l'imprenditore italiano.
Ma il vero assassino, Hida, è riuscito a vivere in latitanza per undici anni usando false identità. Hida, 29 anni, tra i più ricercati in Albania, era considerato un sicario a pagamento e sospettato di gravi atti criminali avvenuti a Tirana dal 1998 ad oggi.
Nei suoi confronti sono state emesse condanne per un totale di oltre 37 anni di reclusione, con l'accusa di omicidio e rapine a mano armata.
Nella sua abitazione gli agenti hanno trovato un piccolo arsenale composto di pistole e armi automatiche.

23/05/2009 9.49