Arrestato albanese con 2 kg di cocaina in un borsone

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1123

PESCARA. Si aggirava ubriaco all'interno della stazione di Pescara con una borsa da viaggio.
L'atteggiamento dell'uomo Peci Filat, 33 anni, albanese, con regolare permesso di soggiorno, non e' sfuggito ai carabinieri di Pescara che lo hanno perquisito.

Nel borsone sono stati ritrovati due chili e 100 grammi di cocaina il cui valore sul mercato e' di 200 mila euro. Lo stupefacente era nascosto tra gli indumenti ed era suddivisa in tre panetti imballati con il nastro isolante.
I particolari sono stati resi noti, a Pescara, nel corso di una conferenza stampa dal maggiore Pasquale Del Gaudio.
L'operazione e' avvenuta nel corso di una attività di controllo svolta nel centro cittadino, nelle ore notturne, per contrastare l'immigrazione clandestina e la prostituzione.
Le indagini proseguono per accertare la provenienza della cocaina che, secondo i carabinieri, era destinata a rifornire la piazza pescarese. L'uomo e' stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Pescara.
Il servizio ha riguardato anche la riviera nord e sud e la pineta dannunziana e ha visto impegnati 18 carabinieri.
In totale sono state controllate 32 persone, tra cui dieci prostitute che sono state multate per aver violato l'ordinanza del sindaco. Le sanzioni ammontano in totale a 5mila euro.
11/05/2009 12.07